rotate-mobile
Attualità

Giorgio Armani diventa Cavaliere della Repubblica

A conferirgli l'onorificenza il presidente Sergio Mattarella

Lo stilista milanese Giorgio Armani è diventato Cavaliere della Repubblica. A conferirgli il riconoscimento nella mattinata di venerdì 26 novembre è stato il presidente Sergio Mattarella. 

All'imprenditore, che ha fondato uno dei marchi più importanti della moda a livello mondiale, è stata attribuita l'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. "Questo - ha commentato Armani - è per me un riconoscimento particolarmente importante, perché a consegnarmel è stato il nostro Presidente della Repubblica, la più alta carica istituzionale, ma anche uomo di immenso valore, di grande apertura e gentilezza". "Sono fiero di rappresentare l'Italia nel mondo - ha proseguito lo stilista - e mi onora ricevere questa prestigiosa onorificenza, per sua mano a nome del Paese".

Nato a Piacenza nel 1934 - ma a Milano da quando era ragazzo - Armani ha dato vita all'azienda che prende il suo nome, fondata nel 1975, che negli anni, grazie ai suoi capi iconici, ha raggiunto un'incredibile prosperità, tanto che nel 2021 la ricchezza dell'imprenditore è stata valutata di circa 8,2 miliardi di dollari dalla prestigiosa rivista Forbes, cifra da capogiro che lo classifica come sesto uomo più ricco in Italia (e 326° al mondo). Nel 2000 il museo Guggenheim di New York City gli ha dedicato una retrospettiva; mentre nel 2006 è uscita la sua prima biografia, scritta da Renata Molho e tradotta in 10 lingue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgio Armani diventa Cavaliere della Repubblica

MilanoToday è in caricamento