I Navigli come canali veneziani: ecco la prima gondola a Milano

Un istruttore di voga veneta ha portato l'imbarcazione in città direttamente dalla Laguna

La prima gondola a Milano (facebook.com/navigliosport)

"Da 20 anni sono appassionato di voga veneta e ho sempre amato moltissimo la mia terra". Così il trevigiano Umberto Pagotto racconta a MilanoToday le ragioni che all'inizio del 2018 l'hanno spinto a portare una gondola veneziana sui Navigli. "Volevo avere un pezzetto - importante - della mia terra in quella che dal 1981 è diventata la mia città". E a bordo di quella che si classifica come la prima gondola presente nei canali del capoluogo lombardo Pagotto propone diverse attività: dai classici tour a giri più articolati che prevedono anche degustazioni e aperitivi.

Tra i clienti del gondoliere di adozione milanese non ci sono soltanto turisti, ma anche tanti italiani. "Spesso si tratta di persone che hanno visitato Venezia una o più volte, ma che per diverse ragioni non hanno mai fatto un giro in gondola. Adesso così hanno la possibilità di vivere questa esperienza così particolare". E se tra i connazionali prevalgono le coppiette in cerca di un momento romantico, tra gli stranieri - americani, indiani, arabi - sono soprattutto le famiglie a voler farsi portare a bordo dell'affascinante imbarcazione. I tour, che hanno un costo di 80 euro, durano circa 40 minuti e prevedono un tragitto che dal Naviglio Grande arriva fino alla zona pedonale di Bovisa.

L'iniziativa di Pagotto, resa possibile grazie al gemellaggio tra la Reale Società Canottieri Bucintoro di Venezia e la Canottieri San Cristoforo di Milano, ha trovato sin da subito reazioni entusiastiche tra i milanesi. "Molti decidono di noleggiare la gondola per fare una dichiarazione al proprio amato o alla propria amata. Da quando ho iniziato a fare il gondoliere a Milano, infatti, sono stati tanti i momenti emozionanti: proposte di matrimonio, ma anche anniversari e compleanni. In generale quest'imbarcazione viene riservata per celebrare momenti speciali".

Pagotto, esperto nella complessa arte del vogare la gondola, ha l'ambizione di diffondere la tecnica della voga veneta tra i milanesi. "Prima era impossibile praticarla a Milano. Ora invece stiamo riuscendo a divulgarla, ormai il nostro gruppo di vogatori in città conta una decina di persone". E presto, promessa di gondoliere, sul Naviglio Grande compariranno altre imbarcazioni veneziane: una mascareta (barca a remi lunga più di sei metri), donata dalla Reale Società Canottieri Bucintoro, e un puparino (imbarcazione simile alla gondola usata nelle regate nel Canal Grande), acquistato dalla Canottieri San Cristoforo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento