menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liberato il grifone salvato sui tetti nel Milanese

Il rapace era stato recuperato lo scorso 2 novembre a Pieve Emanuele. Dopo il salvataggio è stato curato all'Oasi Wwf di Valpredina e ora è tornato finalmente libero

È tornato finalmente libero di volare il grifone che lo scorso 2 novembre era stato salvato dai vigili del fuoco a Pieve Emanuele. L'animale dopo una lunga degenza al Centro Recupero Animali Selvatici dell’Oasi Wwf di Valpredina, dove è stato curato per un'intossicazione da piombo, è stato rimesso in libertà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I pompieri erano riusciti a recuperare il maestoso rapace nella cittadina a sud di Milano dopo alcuni tentativi andati a vuoto. L'animale era visibilmente in difficoltà perché, come si è scoperto successivamente, aveva ingerito del piombo. Sul posto erano intervenuti protezione civile, polizia locale, Wwf e pompieri, all'opera con una gru.

Alla fine del recupero, l'animale - la cui presenza è molto insolita nel nord Italia - era stato portato al Centro recupero animali selvatici di Valpredina, dove ha ricevendo cure veterinarie con l'obiettivo poi di essere liberato. Ora il grifone può finalmente riprendere la sua migrazione. I veterinari l'hanno dotato di un gps con il quale sarà possibile monitorare i suoi spostamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento