Attualità Zara / Viale Zara

È stato rimosso il manifesto della "bambola che incitava al suicidio"

Si tratta di un'opera dell'artista romano Hogre che era comparsa nei giorni scorsi in viale Zara

È stata rimossa nel pomeriggio di lunedì 12 aprile "Suicide", l'ultima opera dell'artista romano Hogre, che era comparsa in viale Zara a Milano. Si tratta di un cartello pubblicitario, inserito (abusivamente) all'interno di una teca di ClearChannel, che raffigurava una bambola giocattolo (simile a una Barbie) con un cappio al collo e diversi "accessori" tra cui alcuni coltelli, una pistola e del veleno. "Stupisci i tuoi followers con un'uscita di scena mozzafiato", recitava il claim.

Il poster era stato notato da alcuni residenti che avevano allettato la polizia locale. I ghisa, insieme ai tecnici della concessionaria pubblicitaria, sono intervenuti per rimuoverlo.

Chi è Hogre

Hogre è uno street artist romano, il suo esordio risale al 2006 durante la campagna elettorale per le elezioni nazionali (consultazioni che videro fronteggiarsi Romano Prodi e Silvio Berlusconi); durante la campagna elettorale aggiunse nasi rossi e parole goliardiche sui manifesti del cavaliere. Successivamente è passato agli stencil e "subvertising": falsi cartelloni pubblicitari inseriti abusivamente all'interno di teche pubblicitarie delle città.

A marzo fece molto discutere un suo murale realizzato nel parco degli acquedotti di Roma: l'opera, infatti, era stata realizzata su un muro di sostegno di una cisterna romana del II secondo dopo Cristo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È stato rimosso il manifesto della "bambola che incitava al suicidio"

MilanoToday è in caricamento