Hotel Gallia, la denuncia del sindacato: "80 lavoratori a rischio licenziamento"

Si tratta dei dipendenti dell’azienda appaltatrice HoGroup. A riferire la vicenda Si.Cobas e Cub che per sabato hanno indetto un presidio davanti all'albergo

Hotel Gallia (Foto Tripadvisor)

"I lavoratori degli appalti del Gallia Hotel rischiano il licenziamento. L'albergo non può continuare a far finta di nulla". Questa la denuncia dei  sindacati Cub e S.i. Cobas, che per sabato 26 settembre hanno indetto un presidio davanti all'hotel.

La vicenda

"80 dipendenti dell’azienda HoGroup, sono in cassa integrazione da marzo - si legge in una nota della Confederazione Unitaria di Base e di Si. Cobas -. A metà luglio, gli è stato chiesto di sottoscrivere una conciliazione per auto-licenziarsi (l’azienda l’ha motivata sostenendo di aver perso l’appalto), aggirando così la sospensione del blocco dei licenziamenti. Tutto ciò è stato fatto senza informare di alcunché le nostre organizzazioni sindacali, che rappresentano la maggioranza dei lavoratori dell’appalto. Abbiamo consigliato ai lavoratori di non sottoscrivere le conciliazioni, impedendo quindi un disastro".

Da quel momento il sindacato avrebbe cercato di confrontasi con l'Hotel Gallia, "proprietario - sottolineano le due sigle sindacali - dei servizi in questione e responsabile per le inadempienze retributive e contributive dell’azienda appaltatrice"Con il presidio di sabato i lavoratori chiedono delucidazioni sulla data di riapertura dell'hotel e la garanzia che tutti possano continuare ad avere un lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per ora i lavoratori non sanno che cosa ne sarà del loro futuro - continuano i sindacati -, solo una cosa è certa: quando l’azienda avrà utilizzato tutta la cassa integrazione disponibile (entro metà novembre) potrà licenziarli. Il Gallia non ha mai risposto alle nostre richieste di incontro, non sappiamo quindi né quando riaprirà, né se è informato della vicenda e se ha intenzione di affidare l’appalto ad una nuova società. Questi lavoratori vivono con redditi dimezzati da vari mesi". L'ufficio stampa dell'hotel Gallia, contattato telefonicamente da MilanoToday, non risulta reperibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid coronavirus Milano e Lombardia: nuovo record assoluto, +2.419 casi

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, lunedì in centro arriva il laboratorio mobile: test gratis per il coronavirus (e per l'epatite C)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento