rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità Via Giacomo Antonini

Chi può non pagare l'Imu a Milano

La giunta del comune di Milano esenta dall'Imu alcuni cittadini

Niente casa, niente Imu. La giunta del comune di Milano, con una proposta di delibera al consiglio comunale, sta pensando di esentare dal pagamento dell'Imu tutti i cittadini le cui abitazioni principali sono state dichiarate inagibili o inabitali dopo "eventi eccezionali". 

Come si legge in una nota di palazzo Marino, "il provvedimento, legato al bilancio di previsione, riguarda l'imposta sugli immobili dovuta per il 2022 e va a vantaggio dei residenti milanesi danneggiati da incendi o esplosioni che hanno reso inutilizzabili le loro case: fra i primi, i condomini della Torre dei Moro, in via Antonini, andata distrutta a causa di un incendio il 29 agosto 2021".

"La legge di bilancio 160/2019, con cui è stata istituita la nuova Imu, prevede infatti che gli alloggi divenuti inagibili per cause di forza maggiore perdano di conseguenza il requisito di abitazione principale, e quindi l’esenzione Imu prevista per la 'prima casa': i proprietari sono chiamati a versare il tributo con l’aliquota dello 0,86 per cento, anche se dimezzato", ha ricostruito il comune. La stessa norma prevede però che i comuni, proprio su deliberazione del consiglio, "possano ridurre fino allo zero l’aliquota applicata per questo tipo di immobili". Il provvedimento per entrare in vigore dovrà essere approvato dall’Aula entro il 31 maggio, ma non dovrebbero esserci grossi scogli.

Non solo case inagibili, però. Perché - ha sottolineato l'amministrazione - "contestualmente, il provvedimento propone al consiglio comunale l’esenzione per gli immobili concessi in comodato gratuito a enti territoriali o non commerciali per 'favorire ulteriormente gli enti del terzo settore', nel caso in cui il comodante sia un soggetto non commerciale".

"Per interventi a favore dei cittadini coinvolti nell’incendio di via Antonini il comune di Milano ha inoltre ricevuto a maggio un contributo di 20mila euro dal comune di Assago: l’amministrazione - ha concluso palazzo Marino - ha deciso di utilizzarlo per rimborsare le spese sostenute dal condominio per la custodia e la messa in sicurezza dell’immobile".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi può non pagare l'Imu a Milano

MilanoToday è in caricamento