menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nel Milanese inaugura PizzAut, il ristorante gestito da ragazzi autistici

Presente al taglio del nastro anche la presidente del senato Casellati

Sabato 1° maggio inaugura a Cassina de' Pecchi PizzAut, il primo ristorante gestito da ragazzi autistici. Alla cerimonia per il taglio del nastro oltre a sindaci,  rappresentanti delle istituzioni e al vescovo ausiliare di Milano Luca Raimondi, era presente anche la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Già in programma da tempo, l'apertura del locale è stata posticipata a causa della pandemia e poi fissata il 1° maggio, una data simbolica scelta perché, come ha ricordato Casellati "il lavoro dà la possibilità di eliminare le differenze e di relazionarsi con gli altri, di essere inseriti in un sistema di ricostruzione del nostro Paese. Perché ognuno di noi conta".

"Celebrare la festa dei lavoratori con voi mi riempie di orgoglio - ha detto ancora la presidente del senato rivolgendosi ai ragazzi della pizzeria - per quello che avete saputo realizzare oggi e per il vostro domani. Siete un esempio di cui l'Italia è orgogliosa".

Negli ultimi dodici mesi i pizzaioli speciali non sono rimasti con le braccia incrociate ma, come gli altri colleghi, si sono adeguati alle normative anti contagio promuovendo le attività attraverso il food truck di Pizzaut che ha continuato a sfornare pizze nel pieno rispetto dei Dpcm. Un ristorante che negli ultimi giorni Nico Acampora, papà del progetto PizzAut, ha mostrato attraverso i social condividendo le emozioni dell’evento con quella rete che, fin dall’inizio, ha sostenuto la realizzazione del locale.

Come è organizzata la pizzeria

Da Pizzaut è tutto un po’ speciale: il caffè con il marchio 'Caffè Inclusion' proveniente dal circuito del commercio equo e solidale; la dispensa riempita direttamente dai ragazzi che accompagnati da Nico sono andati nei giorni scorsi a fare la spesa al supermercato; la porta di ingresso con una sola maniglia intuitiva per non sbagliare e non creare imbarazzo; le uscite di sicurezza frontali e semplificate; i mobili realizzati da un falegname di Cernusco sul Naviglio con chiusura rallentata per non fare rumore, e con una sorta di 'taglio' all'angolo che permette di aprirli facilmente agevolando così l'autonomia anche dei ragazzi con poca manualità. Nel locale c'è una particolare attenzione anche al rumore, tanto fastidioso per le persone autistiche: oltre alla mobilia silenziosa, anche il soffitto è insonorizzato. All’esterno nessuna barriera, ma solo due ulivi secolari a dare il benvenuto.

Il menù delle pizze

La vera protagonista è naturalmente la pizza: classica ma anche gourmet con un impasto lievitato 72 ore e idratazione al 70 per cento. Il menù delle 'speciali' comprende pizza ai fiori d’arancio, la CernuscAut, la Veg, la Supereroe (dedicata a Nico Acampora durante il suo recente ricovero in ospedale), SteBa e Dpcm.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Politica

    Ddl Zan, ottomila persone all'Arco della Pace: "Approvate in fretta la legge"

  • Coronavirus

    Bollettino covid: a Milano e in Lombardia in calo i positivi e i ricoverati negli ospedali

  • Sport

    I tifosi dell'Inter accolgono la squadra campione d'Italia a San Siro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento