rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Milano, aereo si schianta contro il Pirellone: la Regione ricorda la tragedia e le sue vittime

Il presidente della Lombardia e alcuni rappresentati della Giunta ricorderanno l'episodio

Diciassette anni fa lo schianto di un aereo da turismo sul Pirellone, che costò la vita ad Alessandra Santonocito e Annamaria Rapetti, due avvocatesse che lavoravano per la Regione Lombardia. E al il pilota Luigi Fasulo.

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e alcuni rappresentati della Giunta ricorderanno giovedì 18 aprile il triste episodio.

L'incidente aereo al Pirellone

L'aereo, un Rockwell Commanter 112TC, era partito dall'aeroporto di Locarno ed era diretto a Linate dove avrebbe dovuto fare uno scalo per poi rientrare a Locarno: il piano di volo prevedeva due possibili rotte, Locarno-Saronno-Torre della Telecom di Rozzano-Rogoredo-Linate, oppure Locarno-Lago Maggiore-Varese-Milano-Linate. 

Alle 17.42 il velivolo segnalò un'anomalia al carrello alla torre di controllo di Locarno e Linate. I tecnici ordinarono al pilota di imboccare l'anello di attesa Ata, percorso a forma di ellisse che si sviluppa lungo la periferia della città.

Video: quei momenti drammatici

Fasulo, forse impegnato nel controllo dei vari comandi, non si accorse di aver sbagliato rotta, e, invece di dirigersi sul circuito di attesa, andò verso il grattacielo Pirelli dove si schiantò alle 17.46.

Le vittime giovani e piene di vita

Negli anni passati, Raffaele Cattaneo aveva definito le due avvocatesse "giovani donne piene di vita e di speranza, professioniste eccellenti, colleghe leali", spiegando ai loro familiari che "sul dolore è germogliata la testimonianza di un modello di dedizione al lavoro e di servizio ai cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, aereo si schianta contro il Pirellone: la Regione ricorda la tragedia e le sue vittime

MilanoToday è in caricamento