rotate-mobile
Inquinamento

A Milano si respira male: concentrazioni di Pm10 (quasi) vicine alla soglia di allerta

Nella giornata di ieri la media di Pm10 calcolata all'ombra della Madonnina è stata di 42.57µg/m³

È pesante l'aria di Milano. Nella giornata di lunedì 8 marzo le centraline dell'Arpa hanno registrato concentrazioni di polveri sottili vicino ai limiti (fissati a 50 microgrammi per metro cubo), la media di Pm10 calcolata all'ombra della Madonnina è stata di 42.5714285714 µg/m³.

La presenza di polveri sottili, comunque, non è uniforme e varia in base alle zone della città: 45 in viale Marche, 42 in Città Studi, 36 al Verziere. Questa, invece, la situazione fotografata all'esterno della città: a Limito di Pioltello sono stati registrati 45 µg/m³, 39 a Cassano d'Adda, mentre a Turbigo le centraline hanno rilevato 44 microgrammi per metro cubo, 47 a Magenta.

Nel mese di marzo ci sono g i giorni con valori di smog oltre la soglia sono stati tre, 22 dall'inizio del 2021. Le norme europee tollerano lo sforamento del “muro” dei 50 microgrammi di Pm10 solo per 35 giorni all’anno.

Per il momento non è attiva nessuna 'misura antismog' prevista dal Protocollo aria di Regione Lombardia: il primo stop scatta dopo cinque giorni con concentrazioni di polveri sottile oltre la soglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano si respira male: concentrazioni di Pm10 (quasi) vicine alla soglia di allerta

MilanoToday è in caricamento