rotate-mobile
Inquinamento

L'aria di Milano torna irrespirabile: ancora valori di Pm10 oltre la soglia

Le concentrazioni di inquinanti sono salite oltre la soglia di 50 microgrammi per metro cubo

È tornata irrespirabile l'aria di Milano. Nella giornata di mercoledì 22 gennaio le centraline dell'Arpa hanno registrato concentrazioni di polveri sottili sopra i limiti (fissati a 50 microgrammi per metro cubo); la media di Pm10 calcolata all'ombra della madonnina è stata di 56.5 µg/m³, superiore a quella di martedì (48.9).

La presenza di polveri sottili, comunque, non è uniforme e varia in base alle zone della città: 60 in viale Marche, 49 a Città Studi, 64 µg/m³ in via Senato, 43 al Verziere. La situazione non è migliore all'esterno della città: a Limito di Pioltello sono stati registrati 72 µg/m³ e 65 a Magenta, meglio a Turbigo e Cassano d'Adda (rispettivamente 46 e 53).

Per il momento non è attivo nessun "blocco del traffico" previsto dal Protocollo aria di Regione Lombardia: il primo stop scatta dopo cinque giorni con concentrazioni di polveri sottile oltre la soglia. Per i prossimi giorni, comunque, i meteorologi non prevedono perturbazioni in grado di disperdere gli agenti inquinanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'aria di Milano torna irrespirabile: ancora valori di Pm10 oltre la soglia

MilanoToday è in caricamento