rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Inquinamento

Lo smog a Milano ha oltrepassato (ancora) la soglia consentita

Le concentrazioni di Pm10, come rilevato dai nasi elettronici dell'Arpa, sono superiori ai 50 µg/m³

A Milano si respira male. Nella giornata di mercoledì 31 marzo le centraline dell'Arpa hanno registrato concentrazioni di polveri sottili oltre i limiti (fissati a 50 microgrammi per metro cubo), la media di Pm10 calcolata all'ombra della Madonnina è stata di 68.14 µg/m³.

La presenza di polveri sottili, comunque, non è uniforme e varia in base alle zone della città: 76 in viale Marche, 72 in Città Studi, 81 µg/m³ in via Senato. Questa, invece, la situazione fotografata all'esterno della città: a Limito di Pioltello sono stati registrati 80 µg/m³, 48 a Cassano d'Adda, mentre a Turbigo le centraline hanno rilevato 54 microgrammi per metro cubo, 66 a Magenta.

Per il momento non è attiva nessuna 'misura antismog' prevista dal Protocollo aria di Regione Lombardia: il primo stop scatta dopo cinque giorni con concentrazioni di polveri sottile oltre la soglia (attualmente i giorni consecutivi con l'aria fuorilegge sono due).

Nel mese di marzo i giorni con valori di smog oltre la soglia sono stati 8 , 27 dall'inizio del 2021. Le norme europee tollerano lo sforamento del “muro” dei 50 microgrammi di Pm10 solo per 35 giorni all’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo smog a Milano ha oltrepassato (ancora) la soglia consentita

MilanoToday è in caricamento