rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità Chinatown / Via Paolo Sarpi

A Milano apre Kebhouze, il kebab di Gianluca Vacchi (e sono già pronti altri 2 ristoranti)

Il 5 dicembre inaugura il primo locale firmato da Vacchi

C'è la data: domenica 5 dicembre, alle ore 12, apre il primo ristorante milanese di Kebhouze, la catena di kebab firmata Gianluca Vacchi, il noto imprenditore da oltre 41 milioni di followers tra Instagram e TikTok!. Il locale si trova in via Paolo Sarpi, al 53, e nel pomeriggio è previsto anche l'arrivo di ospiti speciali. Il ristorante di Chinatown non sarà l'unico sotto la Madonnina. Nelle prossime due settimane, infatti, a Milano apriranno altri due locali, al 77 di corso Buenos Aires e al 41 di via Vigevano. 

"Non esiste un food brand di kebab al mondo come Kebhouze, sarà un’esperienza del tutto nuova - assicura Gianluca Vacchi -. C’è un problema di diffidenza verso il kebab. Lo avevo anche io. Dopo aver assaggiato il kebab per la prima volta in vita mia alle nostre prove food, mi sono reso conto che in realtà non c’è un piatto più semplice di questo: piadina, carne e qualche condimento a scelta. Ovviamente ho richiesto che ogni ingrediente e materia prima utilizzata siano di massima qualità". 

Il menù, si legge in una nota del gruppo - "prevede kebab di pollo 100% italiano e una versione premium e inedita nel mondo del kebab: da Kebhouze sarà possibile ordinare anche il kebab di carne di black angus. Inoltre c’è una grande novità per vegetariani, vegani e non solo: Kebhouze ha siglato una partnership con Planted, azienda svizzera che nel nome della sostenibilità ambientale produce kebab 100% vegetale da proteine di piselli, che sarà disponibile in menù sin dall’apertura". 

E ancora: "Oltre a essere servito nella classica piadina, da Kebhouze sarà possibile gustare la carne kebab nella versione Burger. Una sezione a parte è dedicata al pollo fritto, in versione nuggets, 'chicken popcorn' e vegan e alle patatine fritte e onion rings". 

“Gianluca Vacchi ha colto in un attimo il potenziale dietro l’idea che gli abbiamo proposto - le parole di Oliver Zon, uno dei giovani soci di Kebhouze -. È un piacere lavorare con lui perché ha una visione imprenditoriale all’americana, di grande dirompenza e profonda fiducia nei confronti del nostro team operativo: due caratteristiche fondamentali per permetterci di lavorare al massimo delle possibilità senza perdite di tempo”.

kebhouze kebab vacchi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano apre Kebhouze, il kebab di Gianluca Vacchi (e sono già pronti altri 2 ristoranti)

MilanoToday è in caricamento