rotate-mobile
Attualità

La musica che attraversa le sbarre, il rapper tra i giovani in comunità: "Che emozione"

Come una domanda a un rapper può far dimenticare, per un attimo, le sbarre. Il racconto

“Quando ho sentito che ha risposto alla domanda che ho preparato io, mi sono emozionato, perché mi ha fatto sentire ascoltato”. A parlare è L., un ragazzo che nonostante la giovane età ha già fatto qualche errore nella vita. A farlo sentire ascoltato invece è stato Ernia - al secolo Matteo Professione -, il rapper milanese che ha deciso di visitare la comunità penale e civile Kayros di Vimodrone per regalare qualche momento di svago e "libertà" ai giovani ospiti. 

A portarlo lì sono stati le ragazze e i ragazzi dell'associazione "232 Aps", che da anni si occupa di organizzare laboratori rap all'interno degli istituti penitenziari e delle comunità per cercare di offrire una strada diversa e un futuro migliore a chi si trova dietro le sbarre scommettendo sulla musica come strumento educativo. 

Dopo lo stop per l'emergenza coronavirus - durante la quale dal gruppo hanno lanciato i video con gli esercizi online - adesso finalmente 232Aps ha potuto ricominciare le attività in presenza e ha lanciato il nuovo format “232indahouse”, che prevede la realizzazione di video-interviste svolte da Mattia Lista a personaggi della scena rap. A scegliere le domande sono proprio i giovani che l’associazione segue nei centri, nelle comunità penali, negli istituti di pena attraverso i laboratori rap che propone.

Il primo a confrontarsi con i giovani, a parlare con loro e - perché no - a rivelargli qualche segreto sul rap è stato proprio Ernia, che - raccontano da 232 Aps - ha portato gentilezza e simpatia nella comunità. Così, almeno per qualche ora, la musica e il rap sono riusciti a rompere le "sbarre" e hanno fatto sentire ascoltati i ragazzi. Che poi, in fondo, è ciò che li emoziona. 

La musica che apre le sbarre: il concerto al Beccaria tra i giovani detenuti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La musica che attraversa le sbarre, il rapper tra i giovani in comunità: "Che emozione"

MilanoToday è in caricamento