Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità Gaggiano / Via Giacomo Matteotti

E nel paesino di 9mila abitanti apre la sede dei neofascisti

Tensione a Gaggiano per l'apertura di una sede di Lealtà Azione. Sindaco e Anpi sulle barricate

Una sede "sofferta e sudata" secondo i responsabili. Un covo da attenzionare, e potenzialmente pericoloso, secondo gli oppositori. Aria di tensione a Gaggiano, paesino milanese di poco più di 9mila anime, per l'apertura di uno spazio di Lealtà Azione, organizzazione dichiaratamente di estrema destra in passato più volte assoluta protagonista dei raduni milanesi per ricordare Sergio Ramelli o delle parate al cimitero Maggiore, spesso e volentieri concluse con il rito del "presente" e il saluto romano

Il 5 settembre, il giorno dopo la "Festa del sole", l'organizzazione ha annunciato l'inaugurazione "della nuova sede di Milano Sud" - che sarà sotto il nome di "Astrea", costola di Lealtà Azione -, "un’inaugurazione sofferta e sudata a causa della pandemia". L'appuntamento è "alle ore 17 a Gaggiano in via Matteotti 58 per continuare insieme la nostra due giorni comunitaria" al grido di "Insieme per instaurare l'eterno". 

Il nuovo arrivo a Gaggiano, però, non lascia tutti tranquilli. Il partito del sindaco Sergio Prefetti, "Insieme per Gaggiano", ha diramato una nota stampa in cui esprime "preoccupazione e dichiara la propria contrarietà alla presenza" in paese "di formazioni che non si riconoscono nei valori costituenti della Repubblica italiania e ribadisce il suo impegno in difesa della vita democratica nel rispetto dei valori della Costituzione". 

Ancora più dura la presa di posizione del comitato Anpi locale, che sottolinea come Lealtà Azione sia una "organizzazione di estrema destra che trova i suoi riferimenti ideologici nel fascismo e nel nazismo". "Il suo tentativo, sfruttando le difficoltà sociali, economiche e culturali che stiamo vivendo, è far rivivere idee, slogan e comportamenti che hanno caratterizzato un regime portatore di ingiustizie, lutti e guerre per il nostro Paese", hanno scritto in un comunicato. 

"Gaggiano è sempre stata inclusiva, pacifica e antirazzista e in questi valori vogliamo continuare a identificare la nostra comunità: gridiamo pertanto - hanno concluso - il nostro rifiuto all'insediamento di Lealtà Azione". 

E proprio per domenica 5 settembre, giorno dell'inaugurazione della sede di Lealtà Azione a Gaggiano, Milano sud ovest antifascista ha organizzato un presidio per le 16.30 in piazza Daccò, a meno di duecento metri dalla nuova casa dell'organizzazione. Il motto è semplice: "Ripudia il fascismo".

apertura lealtà azione gaggiano-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E nel paesino di 9mila abitanti apre la sede dei neofascisti

MilanoToday è in caricamento