Allarme Legionella: i contagi salgono a 26, 3 i morti e Bresso chiude fontana contaminata

Il sindaco Sala: "Nella città di Milano non c'è preoccupazione per il contagio da legionella"

La fontana chiusa

Due dei 98 campionamenti per individuare la presenza del batterio legionella effettuati dall'Ats di Milano nel Comune di Bresso - e diventeranno circa 150 entro venerdì - hanno dato esito positivo. Il batterio è stato individuato nell'acqua presente in casa di una delle persone contaggiate e in una fontana decorativa chiamata mappamondo, che si trova nel piazzale della Chiesa di San Nazzario Eccelso proprio davanti al tempio.

Lo ha spiegato il direttore del dipartimento di prevenzione Giorgio Ciconali: "Il risultato è sicuro, il dubbio è sulla concentrazione del batterio. Se la fontana è un pericolo per la salute pubblica lo potremo sapere solo nei prossimi giorni". Il sindaco di Bresso, Simone Cairo, ha poi spiegato che la fontana 'mappamondo' è stata chiusa fin dai primi giorni dell'emergenza "in via cautelativa".

Tre il numero dei morti in tre giorni. Il bilancio dell'emergenza legionella nei comuni a Nord di Milano (i casi si registrano a Bresso, Cusano Milanino, un caso, e Cormano, un caso) resta critico. All'uomo morto lunedì, Lino Mazzola, si è aggiunta una donna martedì e un'altra signora mercoledì.

Le vittime sono tutte anziane: le prime due avevano 94 anni, l'ultima 84. Sono decedute per le complicanze sopraggiunte dopo aver contratto il batterio. Salgono a 26 i casi di contagio accertati. Sono tutti ricoverati tra l'ospedale Bassini di Cinisello Balsamo e il Niguarda di Milano.

Tra il 2014 e il 2015, sempre nel comune di Bresso, c'era stata un'altra 'ondata' di casi di legionella. Il comune aveva distribuito un vademecum con tutti i consigli per i cittadini (eccoli).

Controlli sanitari a Cinisello Balsamo

L'amministrazione comunale di Cinisello Balsamo ha contattato le autorità sanitarie e gli enti preposti per attivare tutti i controlli necessari e le misure di sicurezza preventive a tutela dei cittadini. Si rassicurano i cittadini sul fatto che nei prossimi giorni l'Amministrazione comunale in collaborazione con gli enti preposti terrà costantemente monitorato il territorio. Il sindaco Giacomo Ghilardi ha espresso cordoglio e vicinanza ai familiari delle vittime colpite dalla legionella e al comune di Bresso.

La situazione a Milano

"Nella città di Milano non c'è preoccupazione" per il contagio da legionella, "stiamo facendo controlli ma non c'è nessun segnale". Lo ha detto il sindaco, Giuseppe Sala, a margine del Consiglio metropolitano, interpellato sui casi di contagio registrati a Bresso, territorio della Città metropolitana di Milano. "Ho sentito il sindaco di Bresso per sapere se ha bisogno di aiuto e stiamo vedendo di mandare del personale dal Comune di Milano - ha aggiunto - anche solo per rispondere al telefono, perché servono più persone".

Le norme e i consigli

Il batterio della legionella non si trasmette :

·da persona a persona;

·attraverso gli alimenti;

·bevendo e utilizzando l'acqua per alimenti.

A titolo precauzionale, evitare le fonti di emissione di acqua vaporizzata:

·evitare l'utilizzo della doccia ed usare precauzioni nell'utilizzo  dell'acqua calda dei rubinetti di casa;

·evitare l'utilizzo di vasche con idromassaggio.

·evitare di irrigare i giardini utilizzando pompe con diffusori a spruzzo;

·evitare l'impiego di umidificatori riempiti con acqua del rubinetto;

·evitare l'impiego di acqua di rubinetto per riempire apparecchi di aerosolterapia o ossigenoterapia

Si segnala che occorre :

·provvedere alla manutenzione dei punti di emissione di acqua del rubinetto nelle abitazioni attraverso la sostituzione dei filtri o lasciandoli a bagno con anticalcare;

·lasciar scorrere l'acqua calda prima di utilizzarla, mantenendosi lontano dalla fonte, dopo l'apertura dei rubinetti.

Le persone affette da patologie croniche come diabete, malattie polmonari croniche, cardiopatie, o altre patologie che deprimono il sistema immunitario come tumori, patologie infettive in corso,devono prestare particolare attenzione ad alcuni sintomi: all'insorgere di difficoltà respiratorie e febbre è opportuno che si rivolgano al più presto al proprio medico curante.

Si ricorda che non esiste alcun tipo di rischio per l'utilizzo dell'acqua  alimentare e non sussiste alcuna restrizione al normale svolgimento dell'attività nelle varie comunità (scuole, luoghi di lavoro, ecc) se non per gli utilizzi da evitare così come di sopra indicato.

Sarà nostra cura continuare a monitorare attentamente la situazione e aggiornare tempestivamente i cittadini sull'evoluzione della situazione e sull'esito delle analisi ancora in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per info, contattare l'Ats

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento