rotate-mobile
Sabato, 24 Settembre 2022
Attualità Legnano

La città milanese in cui le scuole sono (quasi) tutte senza presidi

Succede a Legnano: 6 scuole su 8 senza dirigenti. E l'assessore scrive alla regione

Due "salve". Il resto appese a un filo. È emergenza scuola a Legnano, dove sei istituti su otto sono rimasti senza dirigenti scolastici. Nei giorni scorsi, infatti, l'ufficio scolastico regionale ha pubblicato le graduatorie con i vincitori assegnati ai ruoli regionali della Lombardia per l'anno scolastico 2022/2 e per la cittadina milanese risultano libere sei posizioni su otto. 

Una situazione che spinto l'assessore alla comunità inclusiva, Ilaria Maffei, a scrivere al Pirellone per chiedere che le nomine vengano effettuate prima possibile. "Siamo preoccupati per l’alto numero di posizioni vacanti sul nostro territorio – ha sottolineato l'esponente dell'amministrazione legnanese -. L’autonomia scolastica, che assegna un ruolo determinante ai dirigenti per gli aspetti organizzativi, didattici, amministrativi e finanziari richiede la stabilizzazione degli stessi per conseguire l’obiettivo di una gestione più efficace e, soprattutto, per formare al meglio le giovani generazioni". 

"Come amministrazione comunale crediamo convintamente nella collaborazione fra scuola e territorio, quindi rivolgiamo un ringraziamento per l’impegno a favore della nostra comunità ai dirigenti uscenti che proseguiranno altrove il loro lavoro. Mi preme sottolineare l’importanza del ruolo dei dirigenti scolastici in una fase storica in cui sul nostro territorio arriveranno risorse importanti, come i fondi del Pnrr - ha proseguito la Maffei -. Per tutte queste ragioni siamo disponibili sin da ora a intavolare un confronto e a instaurare una collaborazione fattiva con l’ufficio regionale - ha concluso - chiedendo che sia tenuta in debita considerazione la nostra realtà, quindi nominando, per quanto possibile, dirigenti di ruolo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città milanese in cui le scuole sono (quasi) tutte senza presidi

MilanoToday è in caricamento