menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Leo alla prova della protesi

Leo alla prova della protesi

Leo, missione compiuta: Spinelli pagherà la mano robotica al 15enne ferito a Capodanno

La decisione dell'ex presidente di Genova e Livorno. Il sogno del 15enne si realizza

Il sogno è diventato realtà. Leonardo, il 15enne di Cuggiono che a Capodanno del 2020 aveva perso la mano sinistra dopo che un botto raccolto da terra gli era esploso in mano, avrà la tanto desiderata protesi robotica che gli permetterà di tornare a fare una vita quasi normale. 

Da quella tragica notte, il 15enne aveva dovuto stravolgere tutti i suoi progetti, a partire dalla scelta della scuola: voleva frequentare l'istituto agrario, ma ha dovuto "ripiegare" sul tecnico "Giuseppe Torno" di Castano, dove adesso frequenta la prima. Con la forza e il coraggio dell'adolescenza, però, Leo non ha perso la voglia e la speranza. Sempre supportato dalla mamma e da papà Claudio, originario di Legnano ma da qualche anno residente in Liguria, lo scorso 8 gennaio Leonardo aveva fatto visita al centro Ottobock di Cremona dove per la prima volta aveva provato una protesi robotica che gli avrebbe permesso di riavere il 90% delle funzioni di una mano normale. Una rinascita vera e propria, insomma. 

Per riuscire a coprire le spese, oltre 50mila euro, i familiari di Leo avevano deciso di iniziare una raccolta fondi online, che aveva avuto subito adesioni da tutta Italia e in pochi giorni era arrivata a oltre 18mila euro. Giovedì, però, è giunta la svolta decisiva. Aldo Spinelli, imprenditore ed ex presidente di Genoa e Livorno, ha deciso di pagare di tasca sua il resto per realizzare così il sogno di Leo. 

"Ho sentito le esigenze di questa famiglia che ha avviato una raccolta fondi per ridare la sua mano a un ragazzo giovane che ha avuto questa brutta avventura e allora sia io che mia moglie abbiamo ritenuto giusto che si arrivi a completare i 50mila euro che servono per poter far sì di far gioire questo ragazzo e la sua famiglia", ha detto Spinelli al Tgr.

"È un'emozione incredibile - hanno festeggiato i familiari del 15enne -. Un grazie immenso a tutti quelli che ci hanno aiutato, al Sig. Aldo Spinelli e a sua moglie per l'incredibile gesto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Isolata in Lombardia una nuova (e rarissima) variante di covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento