menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Liceo Tito Livio occupato (Foto Fb/Milano InMovimento)

Liceo Tito Livio occupato (Foto Fb/Milano InMovimento)

Non si fermano le proteste degli studenti: occupato anche il liceo Tito Livio di Milano

Alcuni studenti hanno occupato in segno di protesta il cortile esterno dell'istituto. Intanto una mobilitazione analoga potrebbe riguardare anche il Volta

Si allarga la protesta dei liceali di Milano contro la didattica a distanza. Dopo l'occupazione del Manzoni avvenuta nei giorni scorsi e durata 24 ore, adesso sono gli studenti del Tito Livo a mobilitarsi.

Alcuni ragazzi nella mattinata di venerdì 15 gennaio hanno occupato il cortile interno dell'istituto di via Circo, zona Carrobbio. "Dopo il Manzoni il Tito Livio - ha annunciato Milano InMovimento sui social -. Si allarga la lotta nelle scuole di Milano".

Alla base della dimostrazione dei giovani le stesse motivazioni che hanno spinto gli studenti del Manzoni, supportati anche dai genitori e docenti, a occupare con zaini, tende e sacchi a pelo la scuola in centro. 

Le proteste, che potrebbero allargarsi anche al Liceo Volta, stanno avvenendo nel clima di grande incertezza creato dalla sentenza del Tar Lombardia che ha annullato l'ordinanza regionale e reintrodotto la presenza al 50% per gli studenti delle superiori.

Gli stessi dirigenti scolastici hanno manifestato la propria amarezza di fronte a una situazione di stallo in cui, visto che la Lombardia potrebbe diventare zona rossa da lunedì 18 gennaio, non è ancora chiaro come si dovrà procedere. "È una tristezza. La scuola non meritava questo, non meritava di essere trattata così", era stato il duro commento del preside del liceo scientifico Volta di Milano, Domenico Squillace.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento