Selvaggia Lucarelli diede del “coglione” a Fabrizio Corona, per il pm è diritto di critica

L'indagine era stata avviata a giugno 2018 dopo la querela presentata dall’ex paparazzo

Corona

Il pm di Milano, Lucia Minutella, ha chiesto l'archiviazione dell'indagine per diffamazione contro i giornalisti del Fatto Quotidiano, Selvaggia Lucarelli e Marco Travaglio. La Lucarelli - già al centro di altre beghe legali - aveva scritto che Fabrizio Corona è “un fesso, recidivo”, poi aveva rincarato la dose in televisione, affermando che “Corona dovrebbe darsi del coglione da sè” e su Facebook aveva scritto che “di sicuro un povero cristo non si potrebbe permettere quello che può permettersi lui”.

L'indagine era stata avviata a giugno 2018 dopo la querela presentata dall’ex fotografo dei vip, che non aveva gradito per niente le parole della nota giornalista e blogger. 

Nell’istanza, che passa ora all’esame di un gip del Tribunale di Milano, il magistrato spiega che le parole usate da Selvaggia Lucarelli fanno comunque parte del “diritto di critica, il quale si concretizza nell’espressione di un opinione, che in quanto tale non può intendersi obiettiva, considerato che per natura è fondata su un’interpretazione di fatti e comportamenti”.

La richiesta di archiviazione riguarda anche Marco Travaglio, indagato per omesso controllo in veste di direttore de “Il Fatto Quotidiano”.

Fabrizio Corona nell'ultimo periodo è stato protagonista di diversi episodi finiti sulle pagine di cronaca dei giornali. L'ultima, in ordine di tempo, una furibonda lite all'interno di un ristorante in centro a Milano con un imprenditore che avrebbe offeso suo figlio Carlos ma pochi giorni prima era caduto "in diretta" Instagram mentre pedalava scalzo su una bicicletta tra i tram di via Torino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Milano, caso di coronavirus: vademecum sulla prevenzione, la trasmissione e l'esposizione

Torna su
MilanoToday è in caricamento