rotate-mobile
Attualità

Da oggi la metro cambia orari (e a breve ci saranno le nuove fermate)

Da lunedì la M4 prolunga il proprio orario dopo la mezzanotte. In autunno la linea sarà completa

Sulla blu anche di notte. Da oggi, lunedì 19 febbraio, la metro 4 di Milano sarà aperta anche di notte. Nei giorni scorsi, infatti, sono terminati i lavori che costringevano Atm a chiudere prima la nuova linea meneghina e quindi adesso - ha annunciato l'azienda che gestisce il trasporto pubblico sotto la Madonnina - "M4 è in servizio tutti i giorni fino a tarda sera".

L'ultima partenza da Linate sarà alle 00:20, mentre l'ultima partenza da San Babila è alle 00:40. I nuovi orari coprono tutti i voli serali in arrivo e in partenza dal city airport, attuale capolinea della blu. Ma non per molto. 

Entro quest'anno apriranno infatti tutte le stazioni della M4, che comunque nella sua breve vita ha trasportato già oltre sette milioni di passeggeri, con una media di 40mila viaggiatori al giorno. Al momento sono aperte le otto fermate di San Babila, Tricolore, Dateo, Susa, Argonne, Forlanini, Repetti e Linate. Dopo, per completare le 21 fermate, toccherà a Sforza Policlinico, dove è previsto l'interscambio con M3, Santa Sofia, Vetra, De Amicis, Sant'Ambrogio - incrocio con M3 -, Coni Zugna, California, Bolivar, Tolstoj, Frattini, Gelsomini, Segneri e San Cristoforo. Il taglio del nastro multiplo è previsto, auspicato, per settembre 2024.

Le chiusure della M4

Per svolgere le "attività necessarie per il completamento dell’opera in vista dell’apertura completa della linea", la M4 dovrà subire alcuni giorni di stop. "Si tratta dei test tecnici sull’intera infrastruttura - che passa da 8 fermate e 13 treni a 21 fermate e 47 treni - e delle prove di circolazione richieste dal Ministero dei Trasporti. Durante le giornate di test, che possono essere svolti solo in assenza di passeggeri, M4 è chiusa e i treni sono sostituiti da bus", ha annunciato Atm, segnalando che la linea sarà ferma nelle giornate 8, 9 e 10 marzo e 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 aprile.

"Svolgeremo attività necessarie per far girare i treni su tutta la linea", aveva spiegato Amerigo Del Buono, direttore reti di Atm, durante un incontro con la stampa organizzato proprio per fare il punto sul futuro della "blu". "È necessario testare l’infrastruttura e farlo in totale sicurezza", le sue parole. I test non possono essere eseguiti di notte perché “ci sono tempi tecnici di aggiornamento software, a bordo treno e per il segnalamento dei mezzi, che non consentono di effettuare prove nelle 5 ore notturne, perché necessitano di più tempo”, aveva sottolineato Fabrizio Gelsomino, direttore operations della metropolitana. Ai test, seguiranno 60 giorni di pre esercizio su tutta la linea, durante i quali non sarà invece necessario interrompere la metro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da oggi la metro cambia orari (e a breve ci saranno le nuove fermate)

MilanoToday è in caricamento