rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

In Lombardia è stato accertato un caso di vaiolo delle scimmie

Il fatto è emerso nella serata di martedì 24 maggio al termine di alcuni accertamenti svoltisi all'ospedale Sacco

In Lombardia è stato trovato un paziente affetto da vaiolo delle scimmie. Nella serata di martedì 24 maggio il laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica dell’ospedale Sacco di Milano ha confermato la diagnosi di positività del campione prelevato da un un paziente che presentava sintomi riconducibili al vaiolo delle scimmie. Il fatto è stato reso noto dalla direzione welfare attraverso una nota.

Cos'è il vaiolo delle scimmie

"Il vaiolo delle scimmie è una 'zoonosi silvestre' che può comportare infezioni umane accidentali, che di solito si verificano sporadicamente nelle parti boscose dell'Africa centrale e occidentale. È causato dal virus del vaiolo delle scimmie che appartiene alla famiglia degli orthopoxvirus. Può essere trasmesso - ha informato la dg welfare - per contatto e per esposizione alle goccioline. Il periodo di incubazione del vaiolo delle scimmie è generalmente compreso tra 6 e 13 giorni, ma può variare da 5 a 21 giorni".

La malattia è spesso autolimitante con sintomi "che di solito si risolvono spontaneamente entro 14-21 giorni. I sintomi possono essere lievi o gravi e le lesioni possono essere molto pruriginose o dolorose".

"Il serbatoio animale del virus rimane sconosciuto, anche se è probabile che sia tra i roditori. Fattori di rischio noti sono il contatto con animali vivi e morti e la caccia e il consumo di selvaggina. Storicamente, la vaccinazione contro il vaiolo - hanno concluso dalla regione - ha dimostrato di essere protettiva contro il vaiolo delle scimmie". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Lombardia è stato accertato un caso di vaiolo delle scimmie

MilanoToday è in caricamento