rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Dopo il nubifragio

A Milano 14 parchi sono pronti a riaprire: ecco dove si trovano

Si tratta di diverse aree verdi chiuse dopo i violenti nubifragi di luglio

ll Comune di Milano riapre da venerdì 25 agosto, ad un mese dal terribile nubifragio che ha colpito la città rendendo necessaria la chiusura di tutti i parchi recintati, altre 14 aree verdi la cui fruibilità era finora vietata da ordinanza sindacale.

Quali sono i parchi che aprono

Tra queste, il parco Emilio Alessandrini, in cui vengono riaperte a cittadini e cittadine anche due aree giochi, tre campi bocce e gli orti condivisi; parco San Celso (tra via Vigoni e via San Celso); il campo giochi e da basket di via Ponte Nuovo; i giardini recintati Giulietti-Padova, il giardino di via Meucci, il parco giochi comunale e l’area cani tra le vie Macchi, Venini e Pier Luigi da Palestrina. E ancora, il giardino Marcello Candia, il parco pubblico Pampuri (in via Fra Pampuri Riccardo), il giardino Balduccio da Pisa-Calabiana con campetto da basket, il giardino Bazzega e Padovani (tra via Stendhal e via Savona), il giardino Gianluigi Bonelli, parco dei Pioppi (tra le vie Ardissone-Ercolano-Castellino da Castello), parco pubblico Ca’ Granda (tra viale Cà Granda, viale Fulvio Testi e via Guido Guarini Matteucci) e il giardino recintato via Benefattori dell'Ospedale con le sue aree giochi.

La riapertura delle aree verdi è resa possibile dal lavoro di tecnici e agronomi che compiono sugli alberi indagini e operazioni di ripristino, laddove necessarie (abbattimento, potatura o bonifica); ad esito degli interventi viene rilasciata la relazione di fruibilità in completa sicurezza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano 14 parchi sono pronti a riaprire: ecco dove si trovano

MilanoToday è in caricamento