La situazione / Gallaratese / Via Antonio Cechov

Concerto dei Green Day, ancora caos per i parcheggi selvaggi

Le proteste del quartiere Gallaratese non si fermano. Domenica pomeriggio un incontro pubblico all'aperto per dare idee alternative per l'uso dell'ippodromo La Maura: tra le proposte, una scuola dei mestieri ippici e coltivazioni a km 0

La "prova del fuoco" dei Green Day all'Ippodromo La Maura, con 78mila spettatori, non è andata benissimo per il quartiere circostante. Tante, troppe automobili parcheggiate in modo irregolare, sfruttando ogni minimo spazio (anche nel verde), ad esempio in via Cechov, virtualmente confine tra "zona libera" e "zona gialla", dove la circolazione è garantita ma presidiata dalle forze dell'ordine. Non sono stati segnalati casi di parcheggiatori abusivi come per alcune delle serate di Vasco Rossi allo stadio, ma non è detto che non vi siano stati anche questa volta.

Per il coordinamento dei comitati, è la conferma del fallimento. Sotto accusa il contenuto del piano speciale approntato dal Comune di Milano, con "stime approssimative anche secondo il Politecnico di Milano, che doveva essere migliorato concerto dopo concerto". Anche perché le criticità erano emerse già col primo concerto, quello dei Metallica a fine maggio.

Ma alla base e soprattutto c'è il fatto di consentire concerti in un quartiere densamente popolato come il Gallaratese. Cestini e wc che sarebbero ancora insufficienti, moto parcheggiate sui marciapiedi quasi sotto gli occhi dei vigili che presidiano la zona, un migliaio di email ai leader del comitato da parte di altrettanti abitanti per lamentarsi della situazione.

Le idee alternative

Nel frattempo, domenica pomeriggio, mentre i fans dei Green Day raggiungevano alla spicciolata La Maura, il coordinamento si è dato appuntamento per parlare di una serie di proposte alternative per l'uso dell'ippodromo. All'incontro hanno partecipato anche associazioni come Italia Nostra e il Comitato Bosco Falck, nonché il consigliere comunale Enrico Fedrighini. Tra le idee, la realizzazione di un bike park, di campi da tennis o padel, campi giochi per i più piccoli. E poi un allevamento all'aperto, un "parco dei fiori", coltivazioni a km zero. E ancora, una scuola dei mestieri ippici e un parco della creatività. Sul campo anche la richiesta di estendere il vincolo monumentale e l'ipotesi di un acquisto condiviso, ad esempio in crowfunding.

auto in area verde via cechov - foto coordinamento tutela-2

Incontro e manifestazione su concerti a La Maura

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto dei Green Day, ancora caos per i parcheggi selvaggi
MilanoToday è in caricamento