menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La folla (foto I Sentinelli di Milano)

La folla (foto I Sentinelli di Milano)

L'immenso abbraccio di Milano a Liliana Segre

Quasi 5mila persone, incuranti della pioggia battente, hanno espresso solidarietà alla senatrice a vita più volte minacciata nei giorni scorsi

Contro odiatori e misera stupidità umana. Contro l'idiozia sdoganata da pochi imbecilli. Milano risponde, unita e compatta. Un immenso presidio, incurante della pioggia battente, ha infatti abbracciato idealmente la senatrice a vita Liliana Segre, alla quale è stata assegnata una scorta poichè è stata minacciata nei giorni scorsi. La Segre, milanese e attivista 89enne, è una delle poche italiane sopravvissute ai campi di concentramento e testimonianza diretta dell'orrore dell'Olocausto. 

Centinaia sotto la pioggia per la senatrice Segre. Il video

Davanti al Memoriale della Shoah di piazza Safra, lunedì sera, quasi 5mila persone hanno manifestato affetto e vicinanza alla Segre. L'iniziativa è stata promossa dalle associazioni Bella ciao, Milano!, Anpi e Aned, ma sono oltre 100 le sigle, di ogni ambito, dal mondo della cultura al sociale, che hanno aderito al presidio. 

In tantissimi hanno utilizzato l'immagine del giglio, un fiore bianco simbolo di purezza, innocenza e candore, ma anche di fierezza e orgoglio, dal quale deriva proprio il nome di Liliana. Presenti anche i figli della senatrice Federica, Luciano e Alberto. Dopo i saluti istituzionali della vicesindaca Anna Scavuzzo e il canto di Bella ciao, in tanti (esponenti di associazioni, partiti e cittadini comuni) hanno voluto leggere messaggi di pace e solidarietà.

"Milano è una città che pesa le parole e le azioni - il commento del vicesindaco -. Siamo qui per dire che certe cose non possono più essere considerate solo delle bravate e che non vogliamo e non torneremo a un passato che non vogliamo neppure immaginare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento