rotate-mobile
Attualità Duomo / Piazza Fontana

La prima manifestazione contro il governo Meloni a Milano

Il sit-in dei Sentinelli contro il nuovo esecutivo Meloni, "che rischia di portarci indietro nel tempo"

In centinaia si sono radunati in piazza Fontana, sabato pomeriggio, per la prima manifestazione contro il governo Meloni. Il sit-in è stato organizzato dai Sentinelli con il titolo di "Resistiamo". Si sono viste molte bandiere arcobaleno e tutti indossavano qualcosa di rosso. "Dio è donna, patria è il mondo intero, la famiglia è arcobaleno", è lo striscione che capeggiava sotto al palco. Un coro femminile si è esibito in "Bella ciao".

"Il governo del Paese non è un esercizio di potere neutro né neutrale. Ha un indirizzo politico e un orientamento ideologico chari, perfettamente rappresentati dalle storie politiche dei ministri che lo compongono. La nostra mobilitazione è una risposta a questo: con la visione che questa gente esprime, ancora prima che nelle azioni (che ovviamente saranno conseguenti), non eravamo, non siamo e non saremo d'accordo. E la democrazia, visto che la cita, è anche tutela delle minoranze e di chi la pensa diversamente. E questo è quanto", ha scritto l'associazione laica e antifascista che ha organizzato l'evento.

Nel corso degli interventi sul palco molti hanno espresso preoccupazione per quello che potrebbe accadere in futuro: progressiva cancellazione di tutti i diritti lgbt "raggiunti faticosamente fino a oggi". "La Russa e Fontana, presidenti di Camera e Senato, sono segnali inquietanti" ha detto il promotore dei Sentinelli Luca Paladini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prima manifestazione contro il governo Meloni a Milano

MilanoToday è in caricamento