menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Granelli saluta da assessore: "Ma vorrei Sala ancora sindaco, darò il mio contributo"

Le parole dell'assessore su Fb: "Ho lavorato perché a Milano ci fossero lavoro e benessere"

Ultima missione: aiutare Beppe Sala. Marco Granelli, assessore al comune di Milano dall'ormai lontanissimo 2011, è pronto a dire addio alla giunta, ma non a palazzo Marino. Ad annunciarlo, pur se non direttamente, è stato lui stesso con un post sul proprio profilo Facebook in cui ha fatto il punto della situazione in vista delle prossime elezioni comunali del 2021. 

"In questi 10 anni ho avuto l’onore di dare una mano alla mia città come assessore, ed è un'esperienza molto appassionante. Un'esperienza iniziata con Giuliano Pisapia e proseguita con Giuseppe Sala, nella quale abbiamo fatto squadra, insieme assessori e consiglieri, e li ringrazio tutti, e tra i tanti non vogliatemene se cito i compagni del Pd, il mio partito, in giunta con me oggi: Filippo Del Corno, Laura Galimberti, Roberta Guaineri, Pierfrancesco Maran, Anna Scavuzzo, Cristina Tajani".

E in effetti Granelli siede a palazzo Marino dal 2006: è stato prima consigliere nella giunta Moratti, poi assessore alla sicurezza nella giunta arancione di Pisapia, quindi assessore alla mobilità e ambiente con Sala e adesso - ancora col primo cittadino in carica - assessore ai lavori pubblici. 

Adesso, però, l'obiettivo sembra un altro. "Fra poco ci sarà la sfida per il governo della città per i prossimi 5 anni e il sindaco Giuseppe Sala si ricandida, e di questo sono felice. Nei prossimi mesi, oltre che completare il mandato, vorrei dare il mio contributo perché Sala possa essere ancora il sindaco di Milano e metto le mie energie a disposizione del comune", ha scritto Granelli, lasciando quindi intendere che resterà in consiglio - se eletto -, ma senza cariche da assessore. 

Lui stesso ha poi tracciato un bilancio del suo lavoro a Palazzo Marino: "Ho lavorato perché Milano diventasse una città dove ci fossero lavoro e benessere per tante famiglie e adesso che sta soffrendo difficoltà enormi è ancora più importante per me rilanciare il mio impegno nel Pd per il Consiglio comunale, per fare uscire Milano dalla pandemia, ancora più bella e vivibile, insieme a tanti altri che credono in questo impegno", ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento