rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Matrimoni e unioni civili a Milano nel 2018: sempre più multietnici

Oltre 1.200 le nozze con almeno un partner straniero su un totale di oltre 3.100. Nel 2018 si sono celebrate 248 unioni civili a Milano

Sono state 869 le unioni civili celebrate nel Comune di Milano dall'introduzione della Legge Cirinnà, nel 2016, fino a tutto il 2018. E sono state 248 nel solo 2018. Lo rende noto Palazzo Marino, che ha inserito nel suo dataset pubblico i dati più recenti su unioni civili e matrimoni. La prima cerimonia a Palazzo Reale, per due coppie, risale al 5 agosto 2016 e vi partecipò anche Beppe Sala, da poco eletto sindaco della città.

Prime unioni civili a Milano

Tecnicamente, però, la prima unione civile milanese risale alla fine di luglio 2016, con la Legge Cirinnà già approvata ma non ancora pienamente operativa: una donna, malata terminale e ricoverata in clinica, desiderava unirsi civilmente con la sua compagna di una vita e il Comune di Milano acconsentì ad agire d'urgenza. La trascrizione avvenne, poi, una volta resi operativi i registri delle unioni civili.

Matrimoni a Milano: sempre più multietnici

Nel 2018, invece, sono stati 3.105 i matrimoni celebrati a Milano, di cui 802 in regime di comunione dei beni. Sono stati 1.900 i matrimoni tra partner entrambi con cittadinanza italiana, 1.205 quelli con almeno un partner straniero. Tenuto conto che anche tra i primi ci sono senz'altro stranieri che hanno acquisito in seguito la cittadinanza dell'Italia, questo dato è molto significativo della multietnicità di Milano.

La numerosità delle comunità straniere rispecchia più o meno quella delle presenze straniere a Milano. 30 matrimoni sono stati celebrati tra partner cinesi, 15 tra partner filippini e via dicendo; ma più numerose le coppie miste. Ad esempio, 45 matrimoni hanno avuto come protagonista un partner cinese e un partner di un'altra cittadinanza (la maggior parte, italiana).

... soprattutto tra i più giovani

E' interessante notare cosa accade tra i più giovani. Prendendo in considerazione gli uomini nati dal 1998 in poi, quindi 20enni o meno nel 2018, su 13 nozze ce ne sono state solo 5 tra partner entrambi italiani e nessuna tra partner stranieri della stessa nazionalità. Tra le 34 nozze con la donna nata dal 1998 in poi, invece, appena 6 hanno coinvolto partner entrambi italiani (attenzione: alcune nozze entrano in entrambi i conteggi!), e appena 2 tra partner stranieri della stessa nazionalità (una coppia romena e una salvadoregna).

Infine, qualche curiosità. La neo-sposa più anziana, classe 1931, è italiana e ha convolato a nozze con un italiano di classe 1952. Le quattro più giovani, classe 2000, hanno tutte contratto matrimoni misti: tre italiane con un cubano, un egiziano e un marocchino; una ucraina con un italiano. Quanto agli uomini, invece, il più anziano (classe 1926) è italiano e si è sposato con un'italiana del 1937. Il più giovane, un marocchino del 2000, si è sposato con un'italiana del 1991.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni e unioni civili a Milano nel 2018: sempre più multietnici

MilanoToday è in caricamento