Milano, ex palazzo Poste di piazzale Cordusio (sede Starbucks) venduto a 246,7 milioni

Edificato nel 1901, l’asset oggi rappresenta uno degli edifici più iconici di Milano. L'affare

Un club deal di investitori della divisione private banking di Mediobanca ha acquiatato per un valore pari a 246,7 milioni l'ex sede di Poste Italiane in piazza Cordusio 3 a Milano. Il prestigioso immobile passa così dal Fondo di Investimento Alternativo immobiliare Pacific 1 al Fondo di Investimento Alternativo immobiliare Milan Trophy RE Fund 3.

La cessione dell’asset si è svolta al termine di un "beauty contest" che ha visto coinvolti i principali operatori di mercato nazionali e internazionali e che si era concluso il 23 ottobre con la concessione di un periodo di esclusiva a Mediobanca da parte di Kryalos Sgr.

Edificato nel 1901, l’asset oggi rappresenta uno degli edifici più iconici di Milano. Situato in piazza Cordusio, nel centro del distretto finanziario milanese, il palazzo è stato in origine la sede della Borsa, mentre dal 1998 al 2011 è stato l’headquarter di Poste Italiane. E’ stato completamente ristrutturato tra il 2015 e il 2018, grazie a un investimento di circa 23 milioni. Starbucks ha scelto lo storico palazzo di Piazza Cordusio per aprire nel 2018 il primo punto vendita in Italia, nonché la prima Starbucks Reserve Roastery d’Europa. Fra gli inquilini che occupano gli spazi ad uso uffici vi sono JP Morgan, Natwest e la stessa Kryalos Sgr.

“Si tratta per Mediobanca del terzo club deal immobiliare in poco più di un anno nato dalla collaborazione tra private banking e corporate & investment banking. Aver portato a termine un’operazione così prestigiosa, la principale in ambito immobiliare, in un anno come il 2020 caratterizzato dalla pandemia, conferma la nostra capacità esclusiva nell’identificare immobili iconici con locatari solidi e di qualità, strutturando e seguendo l’intero iter di acquisizione secondo le best practice di mercato”, ha commentato Dino Gioseffi, Coverage Larg Corp & Head of Real Estate di Mediobanca.

“Con questa operazione – ha detto Angelo Viganò, Head of Mediobanca Private Banking – rinnoviamo il nostro impegno a identificare e creare soluzioni di investimento nell’economia reale. In un momento con tassi ai minimi, gli investimenti diretti in immobili di prestigio a reddito rappresentano un’opportunità in termini di diversificazione e rendimento, come dimostrato dal crescente interesse dei nostri clienti Ultra-High-Net-Worth verso soluzioni finanziarie alternative nel real estate come i club deal”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento