menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sala ufficializza il prolungamento della metro rossa: "C'è l'ok del governo e ci sono i soldi"

Il sindaco sulla metro fino a Baggio: "Entro fino mandato gara per la costruzione"

La metro rossa guarda a Baggio. A ufficializzarlo martedì mattina, nel corso dell'ormai consueto video messaggio "buongiorno da palazzo Marino", è stato il sindaco di Milano, Beppe Sala, che per l'occasione ha parlato del "passato, presente e futuro" dello storico quartiere meneghino, che fino a poco meno di cento anni fa era un comune. 

Dopo aver mostrato la chiesa di Sant'Apollinare e l'organo, il primo cittadino ha ricordato il detto milanese "Va a Bagg a sonà l'òrghen", spiegando che "i vecchi milanese ce l'hanno ancora sulla bocca" e si usa "quando si vuole togliersi qualche scocciatore di torno e lo si vuole mandare a fare una cosa impossibile", perché l'organo era arrivato nel 1888, soltanto 13 anni dopo la ricostruzione della chiesa, e quindi "per anni questo organo era solo un'idea, un'organo fantasma". 

Il sindaco ha poi mostrato la biblioteca di Baggio, il presente, che "contiamo di riconsegnare ai baggesi entro fino anno" anche se "i lavori sono stati rallentati per il Covid" e ha poi guardato al futuro, spiegando che la metro rossa, la M1, arriverà davvero nel quartiere. 

Metro rossa a Baggio, si farà

"C'è un'opera di cui a Milano si parla da decenni, e cioè il prolungamento della M1 fino a Baggio. Finalmente sarà realtà - ha detto Sala -. Abbiamo il consenso del governo e i fondi, 350 milioni, per portare la metro fino a Baggio". 

Il primo cittadino ha parlato dall'incrocio tra via Bagarotti e via Gozzoli, dove - ha annunciato - "ci sarà una fermata. Ci vorrà qualche anno, è inutile nasconderselo ma prima della fine del mio mandato - ha concluso il sindaco, che terminerà la sua esperienza nel 2021 - vorrei indire la gara per la costruzione". 

Le "vecchie" polemiche

Della metro a Baggio, in effetti, si parla da tanto. L'opera dovrebbe rientrare in un prolungamento più ampio - tre fermate per più di tre chilometri - per raggiungere proprio Baggio, gli Olmi e la tangenziale Ovest, in via degli Ulivi, dove dovrebbe sorgere un parcheggio d'interscambio, partendo dall'attuale capolinea di Bisceglie. 

Nel 2018, quando era arrivato il via libera della giunta al piano di fattibilità tecnica ed economica, dal municipio 7 si era già sollevate delle voci polemiche per la scelta della fermata tra via Bagarotti e via Gozzoli. Secondo molti, tra cui il presidente di municipio, Marco Bestetti, il nuovo tracciato non servirebbe il centro del quartiere, ma soltanto alcuni complessi residenziali "periferici". Il tempo per mediare c'è tutto, ma la metro a Baggio sembra sempre più realtà. 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Politica

    Ddl Zan, ottomila persone all'Arco della Pace: "Approvate in fretta la legge"

  • Coronavirus

    Bollettino covid: a Milano e in Lombardia in calo i positivi e i ricoverati negli ospedali

  • Sport

    I tifosi dell'Inter accolgono la squadra campione d'Italia a San Siro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento