Stipendi, Milano è la città dove si guadagna di più in Italia

A dirlo il Geography Index dell'Osservatorio JobPricing che ha analizzato 107 province italiane

Milano dall'alto (repertorio)

Milano è la città dove si guadagna meglio in Italia. A dirlo è il Geography Index dell'Osservatorio JobPricing, evidenziando come la Lombardia svetti nella classifica delle 107 province con Milano e Monza e Brianza, pur in un contesto nazionale abbastanza piatto. A condividere il podio con le due città lombarde è Bolzano. Messina e Crotone, invece, occupano le ultime posizioni della classifica degli stipendi italiani.

La classifica

In particolare, secondo i dati di JobPricing, la retribuzione annua lorda media dei milanesi è di 34mila euro, cifra di 2mila euro superiore a quella di Monza e Brianza, che occupa la seconda posizione. All'incirca, quindi nel capoluogo lombardo si percepiscono circa 1900 euro netti al mese. A livello regionale la Ral è di 31.692 euro, dato che posiziona la Lombardia al primo posto in Italia per gli stipendi migliori. La seconda regione in classifica è il Trentino, mentre la terza l'Emilia Romagna, entrambe con circa 30.500 euro di Ral.

Sensibilmente inferiore la retribuzione di chi lavora nel Sud, con una Ral media di 26mila euro (5mila in meno rispetto alla media del Nord). La regione italiana dove in assoluto si guadagna peggio è la Calabria, dove le retribuzioni sono inferiori del 20% rispetto a quelle lombarde. "Laddove le retribuzioni sono più basse - commenta l'amministratore delegato di JobPricing, Alessandro Fiorelli - i tassi di disoccupazione sono più alti e la produttività è più bassa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il reddito di cittadinanza

Secondo Fiorelli è dubbio se "misure politiche basate sull'assistenza piuttosto che sullo sviluppo, quale il reddito di cittadinanza, possano migliorare questa situazione o piuttosto non siano destinate ad aggravarla: un rischio, mi pare, che non andrebbe sottovalutato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Sangue sul Sempione, schianto auto moto: morto ragazzo di 20 anni, gravissima l'amica

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento