rotate-mobile
Attualità

Milano è tra le città più traumatiche d'Europa per chi torna dalle vacanze

Secondo il Guardian, insieme a Londra e Bruxelles, è tra le città con la vita più frenetica. E questo potrebbe causare insonnia, ansia e difficoltà a concentrarsi

Milano è una delle città europee in assoluto in cui, al ritorno dalle vacanze estive, si subisce la sindrome da rientro, definita dai medici con una sintomatologia che spazia dall'insonnia all'irritabilità, dalla difficoltà nel concentrarsi all'ansia e alla mancanza di energia. Secondo il Guardian, la vita quotidiana del capoluogo lombardo è tra le più frenetiche del continente, insieme a quelle di Londra e Bruxelles.

Ed è quindi proprio in queste tre città che, maggiormente, si concentrano gli effetti negativi per le persone del ritorno alla piena attività dopo un periodo di vacanza. Più ci si è svagati e rilassati, più si accusa il colpo della vita frenetica al rientro.

Lo smart working potrebbe attenuare questo genere di effetti negativi. Ma, in Italia, dal primo di settembre verrà regolato unicamente da accordi interni aziendali. Ed è molto probabile che tante aziende decideranno di fare rientrare completamente i propri dipendenti al lavoro d'ufficio. Gli esperti consigliano di dedicarsi anche al riposo e di condurre una vita sana, con attività all'aria aperta (magari sport) e una corretta alimentazione, per "attutire il colpo" del rientro traumatico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano è tra le città più traumatiche d'Europa per chi torna dalle vacanze

MilanoToday è in caricamento