Attualità

Milano Pride: il programma dello show all'Arco della Pace e la lunga biciclettata

Ci sarà un lungo serpentone di biciclette che percorrerà diverse strade delle città

Milano Pride, foto Alice Radaelli

Milano Pride torna in presenza, seppur senza la tradizionale parata, con un evento stanziale all’Arco della Pace nel rispetto delle normative di sicurezza anti-covid. Il tema di questa edizione è, come annunciato nei giorni scorsi, "Ripartiamo dai diritti".

Il programma di Milano Pride all'Arco della Pace

Dalle 16.00 sul palco all’ombra dell’Arco della Pace si alterneranno con messaggi inclusivi e a supporto del ddl Zan esponenti della comunità LGBT+ milanese, politici, attivisti, cantanti e personaggi dello spettacolo.

La partecipazione all'evento, come sempre, sarà gratuita, senza prenotazione, con obbligo di mascherina e di mantenimento del distanziamento sociale. Grazie al maxischermo e ai delay audio è possibile fruire dell'evento anche da Parco Sempione in diretta sul prato, oltre che in streaming. A condurre lo show ci saranno Daniele Gattano, Debora Villa, Dario Spada e Annie Mazzola. 

Apre Vergo con una performance musicale, a seguire il Coordinamento Arcobaleno (il coordinamento delle associazioni LGBT+ di Milano e città metropolitana) introduce i temi e i messaggi di questa edizione. 

Sono molti gli interventi attesi, a partire da quello del sindaco Beppe Sala, di Fabio Pellegatta, presidente del CIG Arcigay Milano, e di Alessandro Zan. Protagonisti dell’evento anche Franco Grillini, Simone Alliva, Vladimir Luxuria, Yuri Guaiana, Martina Donna, Iacopo Melio, Diego Passoni e Gabriele Piazzoni,

Molte gli artisti ospiti: oltre a Vergo saliranno sul palco B3N e Bella Thorne, Federica Carta con MyDrama, Immanuel Casto + Romina Falcone, Sergio Sylvestre con Alessandro Casillo, Voodoo Kid, Margherita Vicario ed altri ancora. Attesa anche per l’arrivo della Rainbow Ride che, dopo aver attraversato la città, riempirà le strade con i colori dell’arcobaleno. 

A seguire il flash mob ‘SVEGLIATITALIA 2’ di Angelo Cruciani che coinvolgerà tutta la piazza e Parco Sempione per ribadire l’urgenza dell’approvazione del ddl Zan. Come proseguimento di SVEGLIATITALIA del 2016 che portò in piazza un milione di persone in 97 piazze d'Italia, il nuovo flash mob  invita a gesto collettivo che segnala il ritardo, battendo sul polso ripetutamente. La  pazienza è finita, È ORA.

Milano Pride è promosso dal C.I.G. Arcigay Milano e da Coordinamento Arcobaleno e ha il patrocinio del Comune di Milano oltre che le adesioni di molte altre realtà, comuni e istituzioni. Palazzo Marino, la sede del Comune, per quattro notti è stata illuminata con i colori dell'arcobaleno.

Le strade chiuse per il Milano Pride

Come comunicato dalla polizia locale non ci saranno delle vere e proprie strade chiuse in città. Ci sarà un lungo serpentone di biciclette che percorrerà diverse strade delle città ma senza creare chiusure vere e proprie al traffico. I ciclisti saranno seguiti da sette motociclisti della locale mentre all'Arco della pace le pattuglie saranno tre.

La partenza sarà da piazza Duca d’Aosta, con la prevista partecipazione di circa 150 persone e attraverserà le seguenti vie del centro cittadino:
via Vitruvio, corso Buenos Aires, corso Venezia, piazza San Babila, corso Matteotti, via Adalberto Catena, via Case Rotte, via Santa Maria Segreta, via Giuseppe Mengoni, piazza Duomo, via Torino, corso di Porta Ticinese, piazza XXIV Maggio, viale Gabriele d’Annunzio, viale Papiniano, viale di Porta Vercellina, via Enrico Toti, piazza Conciliazione, via Alberto da Giussano, via Guido d’Arezzo, via del Burchiello, via Giotto, piazza Buonarroti, viale Belisario, viale Cassiodoro, piazza VI Febbraio, via Francesco Ferrucci, corso Sempione sino a giungere in piazza Sempione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano Pride: il programma dello show all'Arco della Pace e la lunga biciclettata

MilanoToday è in caricamento