Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Il sindaco di Sesto: "I monopattini vanno equiparati ai ciclomotori"

Di Stefano ha varato un'ordinanza con obbligo del casco dopo la morte di un ragazzo di 13 anni

Difende la sua ordinanza sull'obbligo del casco per l'uso dei monopattini il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano. Ordinanza varata dopo la morte del 13enne caduto da uno di questi mezzi. "E' un'ordinanza per arginare un problema che sta prendendo piede. Abbiamo quotidianamente infortuni, incidenti, tante persone che utilizzano questi monopattini senza regole", commenta Di Stefano intervistato da Radio Cusano Campus per la trasmissione 'Cosa succede in città'.

"Serve - aggiunge il sindaco di Sesto - una normativa nazionale che possa dare una maggiore regolamentazione. Mi sembra di essere tornati indietro di trent'anni quando si truccavano i ciclomotori e si andava in giro senza casco". Secondo Di Stefano, occorre una iniziativa parlamentare: "Una proposta di legge c'è - spiega - ma è ferma da mesi. Bisogna equipararli ai ciclomotori a tutti gli effetti, mettendo anche una targa".

Attualmente, secondo il codice della strada, i monopattini (elettrici e non) sono equiparati invece alle biciclette. "Il sindaco - conclude Di Stefano - non può intervenire più di tanto. Non può imporre l'obbligo di targa o di assicurazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Sesto: "I monopattini vanno equiparati ai ciclomotori"

MilanoToday è in caricamento