Parco agricolo Sud Milano: "Qui riso e grano coltivati tra acque e rifiuti tossici"

La denuncia della consigliera di Municipio 5, Rosa Di Vaia. In via Selvanesco sono seppelliti strati e strati di rifiuti depositati illegalmente negli anni

Rifiuti davanti ai campi di grano turco (foto Giampaolo Mannu/MilanoToday)

Collinette coperte da una fitta vegetazione, con libellule svolazzanti e fiori variopinti. Peccato che sotto il primo strato di verde siano sepolti rifiuti di ogni tipo, dai residui plastici al rame, passando per scarti meccanici, materassi, vecchie valigie, materiali edili e mobili. In questa zona pianeggiante le pendenze non sono affatto naturali ma il frutto di anni e anni di accumulo di rifiuti scaricati abusivamente. È quanto accade in via Selvanesco, all'interno del Parco Agricolo Sud di Milano.

Video: le testimonianze e le immagini

Le montagne di rifiuti e i roghi

"Oltre al problema delle montagne di rifiuti, che in alcuni punti raggiungono i setti metri di altezza, ultimamente in questa zona si sono verificati anche alcuni roghi e l'odore dei fumi tossici si può avvertire a distanza di giorni. Parliamo di una vera bomba ecologica". A dichiararlo a MilanoToday la consigliera di Forza Italia del Municipio 5, Rosa Di Vaia. Il primo incendio è scoppiato in via Chiesa Rossa lo scorso 24 maggio; mentre il 24 giugno è andata a fuoco una parte di via Selvanesco dove erano depositati altri rifiuti, tra cui gomme, macerie e plastica. Non è chiaro se l'origine sia dolosa o meno. "Abbiamo provato a spostare i resti del rogo e a distanza di più di una settimana ed esce ancora il fumo quando fa caldo", continua Di Vaia.

Camminando lungo i sentieri del Parco non sembra nemmeno di trovarsi in città. Si sentono le cicale frinire e i campi di granoturco si estendono a perdita d'occhio. Ma sotto la copertura di erba ed edera, se si guarda un po' meglio, c'è una quantità di oggetti che hanno ben poco a che fare con la natura: strati e strati di tappetini di auto, reti metalliche utilizzate nell'edilizia, estintori, serbatoi delle moto, una cassetta da pescatore. E persino un'auto intera rovesciata - o almeno quello che ne rimane - ricoperta interamente dalle piante.

Vincenzo, un residente della zona, che all'interno del parco ha anche un orto, è preoccupato per la situazione:"Qui c'è di tutto laterizi, materiali ferrosi, reti da sottofondo, sacchi di plastica, catrame, cavi elettrici... Anche le nutrie sono scappate ormai".

Prodotti coltivati tra acque e rifiuti tossici

"Tutti questi rifiuti - specifica Di Vaia - sono il risultato di anni e anni, almeno una decina, di accumulo illegale. Ma alcuni sono stati depositati anche molto recentemente. La situazione di questo luogo è ben nota, ma nessuno fa nulla per cambiare le cose".

Naturalmente la presenza di materiali altamente inquinanti non si limita al terreno, ma coinvolge anche i corsi d'acqua presenti - all'interno del Parco scorrono il Lambro settentrionale e meridionale, l’Addetta e il torrente Molgora. Sul letto dei canali, rivela Di Vaia, si possono trovare anche "pezzi di Eternit". E con l'acqua di queste rogge vengono irrigati i campi circostanti, coltivati a riso, soia, granturco e frumento. "I tanto decantati prodotti del Parco agricolo Sud di Milano - sottolinea la consigliera -, vengono coltivati in terreni e con acque fortemente inquinati, che contengono anche sostanze pericolose, incluso l'amianto. La salute di chi consuma questi cereali è a rischio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Milano: folle fuga dei rapinatori contromano, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci

  • Inseguito con la Porsche dopo la tentata rapina, uomo in scooter si schianta: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento