menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Lombardia ogni 20 ore una persona muore in un incidente stradale

I dati forniti da regione Lombardia. L'assessore De Corato: "Serve ancora tanto impegno"

Un tremendo bollettino da guerra. Un assurdo conteggio che mette i brividi. In regione Lombardia, nel 2019, 438 persone sono morte in incidenti stradali: significa più di una vittima al giorno, significa un decesso ogni 20 ore. 

A fornire i dati è stato il Pirellone, che mercoledì ha organizzato il webinar "Incidentalità sulla rete stradale principale di Regione Lombardia", a cui ha partecipato l'assessore alla sicurezza, immigrazione e polizia locale della regione, Riccardo De Corato. I dati dello studio, realizzato da Polis Lombardia in collaborazione con l'università di Brescia, fanno spavento. 

"Nel 2019 in Lombardia - ha spiegato l'assessore - sono avvenuti 32.560 incidenti stradali con lesioni alle persone, in media 89 sinistri al giorno. Questi incidenti hanno provocato la morte di 438 persone e il ferimento di altre 44.400". 

"A livello internazionale, l'Agenda 2030 dell'Onu - ha sottolineato De Corato - include tra i suoi target il dimezzamento non solo delle vittime, ma anche del numero di feriti gravi rispetto al 2020. Per fare ciò, è necessario studiare e monitorare il fenomeno dell'incidentalità nel suo complesso. Questa analisi è quindi una base conoscitiva estremamente importante per i processi di decisione da parte degli enti competenti, come ad esempio i bandi di cofinanziamento di interventi infrastrutturali promossi da regione Lombardia in questi ultimi anni".

"C'è ancora molto da fare in tema di sicurezza stradale - ha ammesso l'esponente del Pirellone -. "È bene ricordare che non abbiamo ancora vinto la sfida del 2020 sulla riduzione dell'incidentalità. Il lieve calo della mortalità relativo all'anno di pandemia non è infatti dovuto a comportamenti virtuosi, bensì al confinamento e al blocco forzato della circolazione", ha sottolineato. 

Lui stesso, come si legge in una nota di regione Lombardia, ha poi voluto evidenziare come a Milano città gli incidenti siano aumentati anche per quello che De Corato ha definito un "boom della mobilità elettrica", contro cui si è più volte scagliato chiedendo regole e divieti più rigidi. Dal 1 giugno 2020 al 31 marzo, stando a quanto riferito dall'assessore, sotto la Madonnina "l'azienda regionale emergenza urgenza ha registrato 312 richieste di soccorso per incidente stradale in monopattino". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento