Milano, protesta contro la moschea in via Novara: "Frange di estremisti pericolosi"

Presidio della Lega al parcheggio di Trenno, dove dovrebbe sorgere una nuova moschea

No, no e ancora no. Il centrodestra milanese, Lega in testa, conferma la sua opposizione - netta e decisa - alla nuova moschea che, almeno nelle intenzioni del comune, dovrebbe nascere al parcheggio di Trenno in via Novara, la grande area creata come punto di interscambio ai tempi dei mondiali di Italia '90. Stando a quanto filtrato, palazzo Marino vorrebbe spostare lì i fedeli che al momento si riuniscono al Palasharp, ma l'idea ha subito scatenato la contrarietà delle opposizioni. 

I primi a manifestare erano stati proprio i leghisti, poi seguiti da Forza Italia che aveva organizzato una raccolta firme in centro. Giovedì mattina è di nuovo il momento di scendere in piazza, con la Lega che ha organizzato un presidio per ribadire il suo no al progetto. 

Presente anche Silvia Sardone, eurodeputata e consigliera del Carroccio, che nei giorni scorsi ha denunciato di aver ricevuto sui social minacce di morte e insulti per il suo impegno anti moschea. "Sarò presente al presidio organizzato dalla Lega di Milano in via Novara per ribadire il nostro forte e deciso no alla moschea sponsorizzata dal Comune. Dopo i feroci insulti a me e alla mia famiglia, le minacce di morte e di stupro, con chiari riferimenti all'islam, non mi fermo assolutamente. Anzi: vado avanti con ancora più forza per sostenere le mie idee senza paura”, ha annunciato mercoledì sera.
 
“Gli attacchi che ho ricevuto in questi giorni dimostrano che all'interno della comunità musulmana ci sono frange di estremisti, violenti e pericolosi, che nulla hanno a che vedere con i nostri valori e ideali di libertà e democrazia. Lo voglio sottolineare per convincere la maggioranza guidata dal sindaco Sala a ripensarci prima di dare il via libera a una nuova moschea in città - ha sottolineato la leghista -. Credo che la sinistra, prima di pensare a nuovi luoghi di culto debba occuparsi dei tanti spazi irregolari - via Cavalcanti su tutti – dove sedicenti associazioni culturali se ne fregano apertamente delle leggi senza che le istituzioni alzino un dito. Il Pd apra gli occhi e si schieri a favore della legalità e della trasparenza, senza se e senza ma, non insegua le ideologie". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ricordo che il Consiglio comunale si era espresso contro l'ipotesi della moschea in via Novara - ha rimarcato la Sardone -. Ringrazio Matteo Salvini, il commissario della Lega Milano, Stefano Bolognini, e tutti i militanti della Lega per la solidarietà che mi hanno manifestato in questi giorni, per continuare con forza e coerenza questa battaglia di legalità e rispetto dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Lockdown a Milano? Lunedì si decide il futuro della Lombardia. Ecco la situazione

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Bollettino coronavirus: 5mila contagi in Lombardia, boom di ricoveri. Ecco la situazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento