Milano capitale delle multe: "Ma metà di quelle fatte dagli ausiliari al traffico sono illegittime"

L'attacco di Forza Italia. Presentata proposta di legge che 'limita' gli ausiliari al traffico

Una convinzione: "Oltre 350mila multe sono illegittime". E una proposta: "Far svolgere a loro soltanto il ruolo attribuito". Parte da Milano la "rivoluzione" contro gli ausiliari del traffico, finiti nel mirino di Forza Italia. 

Sabato, infatti, il partito di Silvio Berlusconi ha presentato a palazzo Marino, sede del comune di Milano, una proposta di legge sulla regolamentazione delle multe fatte agli automobilisti dagli ausiliari del traffico. 

E la scelta della città meneghina non è affatto casuale. "Qui - le parole di Mariastella Gelmini, capogruppo azzurro alla camera e consigliera comunale a Milano - l’amministrazione Sala ha pensato di tartassare i milanesi anche con nuovi autovelox e l’aumento dei biglietti Atm", tanto che Milano - ha attaccato - "è diventata la capitale delle contravvenzioni". 

"Modificare l’art. 12 del Codice della Strada - ha spiegato la deputata - eviterebbe nuovi abusi e andrebbe a circoscrivere meglio i compiti degli ausiliari del traffico, consentendo loro di poter staccare multe solo nelle strisce blu. Le regole vanno rispettate, ma basta mettere le mani nelle tasche dei cittadini e di chi è costretto a viaggiare in auto. Vogliamo - ha concluso la Gelmini - che gli ausiliari del traffico svolgano il ruolo loro attribuito. Non sono vigili urbani e non devono dare multe fuori dalle loro zone di pertinenza". 

Ancora più preciso Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia a palazzo Marino. "Nel 2017, sulle 730mila contravvenzioni fatte dagli ausiliari del traffico, oltre 350mila multe - il j'accuse del forzista - si riferivano a infrazioni estranee al parcheggio sulle strisce blu". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'idea di fondo, confermata da alcune sentenze degli ultimi mesi, è che gli ausiliari possano multare soltanto le auto nelle strisce blu o quelle che impediscono l'accesso alle stesse strisce. "In pratica - ha assicurato De Pasquale - metà delle contravvenzioni dunque sono illegittime". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento