menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il pugno duro di Bollate: multe fino a 150 euro per chi fa male la raccolta differenziata

La locale di Bollate ha incaricato un ghisa: si occuperà dei controlli sui rifiuti

Più controlli e multe fino a 150 euro per chi non rispetta le regole della raccolta differenziata. Succede a Bollate, comune dell’hinterland Nord di Milan dove la polizia locale ha incaricato un agente ad hoc per gli accertamenti sui rifiuti.

Il servizio è partito a metà gennaio e nei primi 20 giorni lavorativi sono già stati stacchi 15 verbali. Le multe? Variano da 100 a 150 euro in base alla gravità del reato contro le norme di igiene urbana. ““Siamo partiti da un ripasso generale delle regole, poi siamo andati sul campo a vedere gli errori, ora non ci sono più scuse e le regole devono essere rispettate”, hanno dichiarato gli assessori all’ambiente Ida de Flaviis e alla polizia locale Alberto Grassi

L’ecovigile della Locale si concentrerà principalmente su tre controlli:

Tre gli ambiti assegnati alla nostra Ecovigile:

  • Controllo dei condomini e delle case. Qui l’attività si svilupperà sia come controllo del contenuto dei sacchi sia come orari di esposizione dei rifiuti. “Si tratta di orari che spesso non vengono rispettati e che possono provocare problemi di igiene soprattutto con l’arrivo dell’estate”, ha spiegato l’assessore alla polizia locale.

  • Controllo del territorio con un occhio agli abbandoni e alle discariche a cielo aperto, con l’obiettivo di rintracciare i responsabili anche avvalendosi delle telecamere di videosorveglianza con lettura delle targhe installate a Bollate.

  • Controlli nelle aree del mercato per verificare la corretta divisione dei rifiuti da parte degli ambulanti.

“Si tratta di una necessità dovuta al poco rispetto delle regole ma che vuole essere educativa e non punitiva — ha spiegato l’assessore alla Locale —. Per questo partiremo per gradi cominciando da sanzioni cumulative per andare poi, in una seconda fase, su contravvenzioni relative alle specifiche frazioni della raccolta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento