Navigazione Locarno-Venezia: mancano 4 ponti sul Naviglio Pavese

Il punto della situazione: trovati i soldi per una conca sul Lago Maggiore, restano quattro ponti a raso sul Naviglio da sostituire

Il Naviglio Pavese (Foto ilagreci/Instagram)

E' in dirittura d'arrivo il progetto di navigazione da Locarno a Venezia transitando per Milano. Lo fa sapere Alessandro Folli, presidente del consorzio Est Ticino Villoresi, ricordando che a partire dal 2009 si lavora all'idea, cominciata con una totale verifica delle sponde ammalorate. La maggior parte delle operazioni sulle conche lombarde è stata finanziata in occasione di Expo 2015, ed ora manca l'ultima, quella di Porto Torre a Somma Lombardo (Varese), all'uscita del Lago Maggiore, in prossimità della centrale idroelettrica di Enel.

Per operare su questa conca sono a disposizione 13 milioni di finanziamenti ed è ora da decidere chi eseguirà i lavori (Folli afferma che Etv è disponibile). Ma non è tutto: questo può bastare se non si vuol arrivare anche a Milano. Altrimenti occorre intervenire anche sul Naviglio Pavese.

Il problema del Naviglio Pavese è rappresentato da quattro ponti a raso tra Milano e Pavia che andrebbero sostituiti con ponti a schiena di mulo per consentire la navigazione di imbarcazioni più grandi di un gommone. Un lavoro che costerebbe, secondo Folli, 50 milioni di euro, ancora da trovare. «Spero - afferma in proposito Folli - di incontrare prossimamente la nuova ministra alle infrastrutture, Paola De Micheli, per verificare se c’è la volontà di trovare questi finanziamenti. Io credo comunque che nel giro di due o tre anni l’operazione verrà portata a termine».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E la navigabilità dalla Svizzera a Venezia sarebbe una condizione necessaria per accedere, in futuro, ai fondi europei per riaprire i Navigli a Milano, come è stato chiarito dalla Commissione europea all'amministrazione cittadina. Insieme alla riapertura integrale. Così da cambiare realmente la mobilità di merci e persone nel capoluogo lombardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un pullman di linea: turista milanese muore sul Lago Maggiore

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Milano, "blitz" del maltempo: attesi temporali forti, scatta l'allerta della protezione civile

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento