Navigli, Sala a Bruxelles: "Puntiamo ai fondi 2021-2027 per riapertura totale"

Il colloquio col commissario ai trasporti Violeta Bulc conferma le previsioni: l'Ue finanzierebbe la riapertura solo se cambiasse la mobilità cittadina

Riapertura Navigli (Rendering)

I fondi europei per la riapertura dei Navigli, se ci saranno, saranno quelli del periodo 2021-2027, non prima. E potranno arrivare soltanto se si parlerà di un cambio radicale della mobilità delle persone e delle merci. Cosa, questa, che solo la riapertura totale dei Navigli potrebbe garantire.

E' questo, in estrema sintesi, il sunto dell'incontro tra il sindaco di Milano Beppe Sala e la commissaria europea ai trasporti Violeta Bulc, che si è svolto a Bruxelles giovedì 7 febbraio. Un colloquio preannunciato dallo stesso Sala martedì 5, a Palazzo Marino, durante la presentazione delle risposte tecniche ai quesiti di cittadini e associazioni in merito alla riapertura dei Navigli e in seguito al "débat public" avvenuto con diversi appuntamenti estivi.

Video | Navigli, Sala: "Se Ue ci finanzia, riapertura completa"

Il costo della riapertura integrale si aggirerebbe, secondo alcuni calcoli, intorno a 450 milioni di euro, mentre il progetto finora discusso (quello che prevede cinque tratte per un totale di 2 chilometri) costa 150 milioni, che però al momento non ci sono. Il primo cittadino, martedì, ha detto chiaramente che la spesa sarebbe troppo ingente per le casse del Comune. "Non vorrei rinunciare ad altri progetti, come ad investimenti sulle periferie, per i Navigli", ha affermato pur ribadendo che quello della riapertura dei canali milanesi resta per lui un sogno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I 150 milioni per la riapertura parziale potrebbero quindi arrivare dal Governo o dalla Regione, ma Sala ha giudicato improbabili queste opportunità. Più plausibile il sì dell'Unione Europea, che però arriverebbe (come confermato dal commissario Bulc giovedì 7) soltanto a fronte di una "rivoluzione" reale nella mobilità e nei trasporti cittadini. Ovvero soltanto con la riapertura completa (e navigabile) del sistema dei Navigli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Coronavirus, distanziamento al ristorante: in Lombardia regole diverse ed è polemica

  • Bollettino coronavirus Lombardia e Milano: solo 8 contagi a Milano, 620 positivi in meno in Lombardia

  • Bollettino Lombardia martedì 19 maggio: sempre più guariti, ma risalgono morti e contagi

  • Incidente in viale Monza, travolto e ucciso da un'auto mentre cammina sul marciapiede

Torna su
MilanoToday è in caricamento