menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un mezzo di Amsa impegnato durante la nevicata

Un mezzo di Amsa impegnato durante la nevicata

Neve a Milano, spesi 7 milioni di euro in tre giorni

Il "conto" di Amsa al Comune di Milano per il 27, 28 e 29 dicembre

E' costata sette milioni di euro la nevicata post-natalizia a Milano, con 20 centimetri di neve scesi sulla città, e il necessario lavoro di Amsa per la ripulitura delle strade, la salatura e la lamatura. La cifra per le tre giornate del 27, 28 e 29 dicembre è indicata in una determina dirigenziale di Palazzo Marino che autorizza la spesa da parte dell'azenda, controllata da A2A. 

In realtà il conto potrebbe essere anche più "salato", giacché questa è unicamente la spesa sostenuta dai servizi di Amsa, sebbene dovrebbero costituire la parte più rilevante. La società ha utilizzato circa 500 uomini e 130 mezzi per liberare le strade e i marciapiedi. Il Comune intanto si era preparato per la possibile nuova nevicata, prevista per l'1 gennaio, predisponendo il servizio del centro operativo comunale, ma non c'è stato bisogno perché il nevischio si è risolto quasi subito in pioggia per l'intera giornata del primo dell'anno.

Le critiche

Diverse le critiche piovute su Palazzo Marino nel giorno della nevicata e in quelli successivi. Da diversi quartieri di Milano, sui social network, venivano pubblicate fotografie di marciapiedi e strade inagibili, con conseguenti lamentele all'indirizzo di Amsa e del Comune. Tra le ragioni per cui il ripristino è apparso a molti "lento", la difficoltà maggiore nel reclutare spalatori e salatori. E i il 31 dicembre, con la neve ormai trasformata in ghiaccio, si è verificato un "boom" di chiamate al 118 per le cadute, anche se quasi tutte senza conseguenze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento