rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Il primo viaggio / Città Studi / Via Carlo Forlanini

Ha aperto la nuova metro (M4) di Milano (per ora gratis)

Le fermate e il cronoprogramma per l'apertura delle altre stazioni: entra in funzione da Linate a Dateo

Da oggi Milano ha ufficialmente e fisicamente 5 linee metropolitane: apre la blu, la M4. La nuova metro ha aperto le prime sei stazioni: dall'aeroporto di Linate a piazzale Dateo, passando per le fermate Repetti, Forlanini, Argonne e Susa. L'inaugurazione è avvenuta alle 11 a Linate, alla presenza delle autorità e dei lavoratori delle imprese coinvolte. Intorno alle 11.15 è partito il primo convoglio, tra i presenti il sindaco di Milano Beppe Sala, il governatore della Lombardia, Attilio Fontana e il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini. "Abbiamo in progetto due altre metropolitane. Il prolungamento fino a Monza della M5. E poi la M6 a sud, che dovrebbe essere l'ultima metro di Milano", le parole di Sala che ha ringraziato anche il Governo per il supporto. Soddisfatto anche il presidente di Regione Lombardia, che ha parlato anche di Pedemontana. Dalle 12.30 poi la blu è stata definitivamente aperta ai cittadini, come informato da Atm.

Il primo viaggio della nuova metro blu: video

Lo stesso sindaco di Milano, nel pomeriggio, ha scritto sui suoi canali social che quello di sabato "è un giorno storico per Milano". "Entra in funzione la M4, la quinta linea della metropolitana della nostra città, la seconda completamente automatizzata. Da oggi - le parole di Sala - si potrà percorrere il tratto Linate-Dateo ed entro giugno 2023 si viaggerà fino a San Babila. Oggi però non stiamo solo inaugurando una infrastruttura lungamente attesa e strategica che renderà più facile raggiungere il centro città dall'aeroporto; oggi restituiamo a chi abita i quartieri interessati a lungo dai cantieri degli spazi pubblici riqualificati, verdi, sostenibili e aperti a tutti, con aree per il gioco dei bambini e attrezzature sportive. Benvenuta blu".

La M4 è una "metropolitana leggera ad automatismo integrale": un sistema tecnologico che conserva le caratteristiche della metropolitana classica, ma con standard tecnici prestazionali più elevati e meno dispendiosi. La guida è driverless - senza conducente, come accade già per la M5 - e la blu avrà sarà dotata di un sistema di controllo intelligente del traffico che "garantisce ai passeggeri i più elevati standard di sicurezza", avevano spiegato da Atm. Le porte delle carrozze si aprono esclusivamente alla fermata dei treni in stazione "annullando il rischio di cadute o infortuni". La banchina di salita e discesa è completamente separata dai binari e dai vagoni in movimento, "garantendo l’incolumità delle persone".

La festa lungo viale Argonne e i viaggi gratis

Per viaggiare a bordo della M4 basta il biglietto "base" di Atm da 2 euro. Ma per sabato 26 e domenica 27 novembre, primi due giorni di vita della blu, i milanesi potranno viaggiare sui treni della nuova metro completamente gratis perché per la città, e in particolare per i municipi coinvolti, sarà una festa. Durante l'inaugurazione, tuttavia, l'assessore alla Mobilità del Comune Arianna Censi ha spiegato ai cronisti che presto il biglietto Atm potrebbe costare 20 centesimi in più, per far fronte all'adeguamento Istat.

Città più connessa ma prezzi alle stelle: le 2 facce della M4

Metro M4, la nuova metro di Milano

Per l'apertura, tra Comune e Municipi 3 e 4, è stata organizzata una festa lungo il parterre centrale di viale Argonne per scoprire i nuovissimi giardini completamente rinnovati con spazi riservati al gioco e allo sport. A partire dalle 10 del mattino ci sono state attività sportive con istruttori delle associazioni dilettantistiche, con esibizioni dimostrative di calcio, basket, bocce, ping pong e pallavolo nei diversi campi gioco presenti nell’area. Per i più piccoli, dalle 10 fino al primo pomeriggio, si sono susseguiti spettacoli di burattini, laboratori teatrali e creativi, giocoleria, magia e truccabimbi.   

Il cronoprogramma della linea metro M4

Le altre fermate della metro 4 hanno già comunque un cronoprogramma da rispettare: entro il 2023 la blu arriverà a San Babila, dove incrocerà la linea rossa M1, e alla fine dei lavori - prevista per il 202 - la linea conterà in totale 21 stazioni, fino all'altro capolinea di San Cristoforo. Entro giugno 2023, quindi, saranno pronte e aperte le fermate di Tricolore e San Babila.

La stazione successiva sarà Sforza Policlinico, dove è previsto l'interscambio con M3. Entro il 2024 saranno poi inaugurate tutte le 21 stazioni, che scandiscono i 15 chilometri della linea: Santa Sofia, Vetra, De Amicis, Sant'Ambrogio - incrocio con M3 -, Coni Zugna, California, Bolivar, Tolstoj, Frattini, Gelsomini, Segneri e San Cristoforo, l'altro capolinea. 

La storia della M4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha aperto la nuova metro (M4) di Milano (per ora gratis)

MilanoToday è in caricamento