rotate-mobile
Attualità Duomo / Piazza della Scala

Nuovi milanesi illustri nel Famedio: presenti Sozzani, Olmi e Moratti

14 nuovi nomi nel pantheon del Cimitero Monumentale

Nel corso della tradizionale cerimonia al Cimitero Monumentale, il 2 novembre sono stati iscritti nel Famedio, il pantheon cittadino, 14 nuovi nomi. Tra le personalità illustri prescelte la giornalista e scrittrice Alessandra Appiano, la storica direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani, il regista Ermanno Olmi e l'imprenditore Giacomo Moratti. Alla cerimonia hanno preso parte il sindaco Giuseppe Sala, il presidente del Consiglio Comunale Lamberto Bertolé e l’assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici Roberta Cocco.

Famedio, i nuovi nomi

"Queste persone hanno legato la loro storia a quella di Milano", ha affermato il sindaco di Milano Beppe Sala, sottolineando come questi personaggi avessero compreso "che si è grandi quando si va oltre se stessi e si va verso gli altri, quando si contribuisce a formare un’idea di città anche per il futuro. Sono state persone che nella loro vita hanno riposto con generosità alla chiamata di Milano".

I nomi

Nella lista dei cittadini scelti per il Famedio: Alessandra Appiano (giornalista e scrittrice), Tina Lagostena Bassi (avvocato), Gianmaria Buccellati (artigiano e gioielliere), Raffaellino De Grada (partigiano e storico dell’arte), Federica Galli (poeta e artista), Lucia Mannucci (cantante), Graziella Mascia  (dirigente politico - parlamentare), Gianmarco Moratti (imprenditore), Ermanno Olmi (regista), Guido Rossi  (avvocato e giurista), Franca Sozzani (giornalista), Lica Steiner, nata Matilde Maria Covo (illustratrice, docente e partigiana), Egidio Sterpa (politico), Bruno Volpi (fondatore Comunità Villapizzone).

Il Famedio

L'edificio centrale del Cimitero Monumentale ospita il Famedio (dal latino 'famae aedes', ovvero tempio della fama), l'imponente struttura che a partire dal 1869 venne utilizzata come luogo di sepoltura dei cittadini più illustri. Numerosi i personaggi famosi che riposano qui, dal poeta Salvatore Quasimodo all'artista Bruno Munari, dal pittore Francesco Hayez ad Alessandro Manzoni, che è stato il primo ad essere trasferito nel Famedio nel 1883, a dieci anni dalla sua morte.

Nel Famedio, inoltre, sono presenti i nomi di importanti figure legate a Milano, i quali sono iscritti su delle tavole di pietra murate alle pareti. Tra i presenti il grande musicista Giuseppe Verdi, la stilista Krizia e gli attori Raimondo Vianello e Sandra Mondaini. Il luogo è sempre visitabile negli orari di apertura del Cimitero Monumentale, da martedì a domenica dalle 8 alle 18.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi milanesi illustri nel Famedio: presenti Sozzani, Olmi e Moratti

MilanoToday è in caricamento