rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Le prime foto / Casoretto / Via Teodosio

A Milano sono arrivati i nuovi tram

Si tratta di mezzi tecnologicamente all’avanguardia, con sistemi di infomobilità in tempo reale e di videosorveglianza. I primi entreranno in funzione per la primavera 2023

A Milano sono arrivati i nuovi tram. Mercoledì 30 novembre, alcuni cittadini hanno immortalato la prima vettura del nuovissimo mezzo Atm mentre veniva trasportata su gomma verso il deposito dell'Azienda trasporti milanesi di via Teodosio. I neo arrivati - 7201 - erano stati annunciati da un po'.

Il viaggio del nuovo tram è durato due settimane e migliaia di chilometri. Partito dalla città spagnola di Valencia e sbarcato lunedì 28 novembre al porto di Ravenna, con un trasporto eccezionale il primo mezzo è arrivato mercoledì sera. Nei prossimi mesi sono infatti previsti i controlli delle apparecchiature elettriche e meccaniche di bordo e le prove di tutte le prestazioni di efficacia e sicurezza, oltre alle verifiche ministeriali di norma per l’entrata in servizio.

A Milano sono arrivati i nuovi tram

Era stato presentato in anteprima in occasione di Expo Ferroviaria 2021, exhibition dell’intero settore. Atm e Stadler Valencia avevano “svelato” il mock-up del Tramlink, il futuro veicolo che rinnoverà la flotta tram di Atm. La consegna del primo esemplare era prevista entro il 2022 e, dopo il necessario e consueto periodo di collaudo, entrerà in servizio nella primavera 2023. La gara per la fornitura dei tram è stata aggiudicata a Stadler Valencia, e prevede la consegna di 80 mezzi, di cui 50 per il servizio urbano e 30 per quello interurbano, per un investimento complessivo che ammonta a 172,6 milioni di euro.

I nuovi tram: monitor, telecamere e più sicurezza

Si tratta di mezzi tecnologicamente all’avanguardia, con sistemi di infomobilità in tempo reale e di videosorveglianza. Andranno a sostituire progressivamente i tram più datati, ad eccezione delle 125 Carrelli, simboli storici di Milano. Tra le innovazioni, in queste carrozze comunicanti saranno installati 4 monitor, ciascuno dei quali mostrerà l’indicazione delle fermate e del percorso, e informazioni generali sullo stato della mobilità cittadina. Inoltre 10 telecamere interne anche lungo tutto il corridoio, saranno collegate con la centrale Security di Atm per garantire un presidio costante e di conseguenza una maggiore sicurezza per tutti i passeggeri.

I veicoli saranno lunghi 25 metri, con disponibilità di 66 posti a sedere e bidirezionali, per permettere l’inversione di marcia in caso di necessità e l’ottimizzazione dei capolinea tranviari di nuova realizzazione. Sono dotati di carrelli, cosiddetti “pivotanti”, che consentono una migliore gestione delle curve e una riduzione delle emissioni acustiche, migliorando così il comfort di viaggio. Tramlink sarà inoltre completamente accessibile in quanto dotato di pianale ribassato, per rendere più agevoli la salita e la discesa ai passeggeri con disabilità motoria.

Svelati i tram del futuro a Milano

La svolta green di Atm

L’acquisto di questi tram si inserisce nel più ampio piano di investimenti di Atm che prevede il rinnovo dell’intero parco mezzi di bus, tram e filobus, con l’obiettivo di supportare il processo di transizione ecologica in corso dell’Azienda e di Milano. Da fine 2021, la flotta green in circolazione è composta da 170 bus elettrici, 154 ibridi e 3 a idrogeno, ai quali si aggiungono i nuovi 30 filobus “Trollino”, già in servizio da molto prima.

L’obiettivo del piano “Full Electric” di Atm prevede, entro il 2030, una flotta di 1.200 bus completamente elettrici, che porteranno alla riduzione del consumo di gasolio pari a 30 milioni di litri all’anno e delle emissioni di CO2 pari a 75mila tonnellate all’anno. Una rivoluzione tecnologica e culturale che cambia il futuro della mobilità, per una città sempre più smart e sostenibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano sono arrivati i nuovi tram

MilanoToday è in caricamento