Rogoredo, più treni e più sicurezza con il nuovo ufficio della polizia ferroviaria

La presentazione del nuovo hub

Salvini a Rogoredo (Foto Mannu/MT)

Quattordici "Frecce" in più, di Trenitalia, passeranno da Rogoredo, portando il totale delle Frecce giornaliere tra Roma e Milano a 104 (e a 50 tra Roma e Rogoredo): ma non si tratta dell'unica novità riguardante la stazione ferroviaria del sud-est di Milano. E' comunque una novità significativa, che arriva attraverso un investimento del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture con Ferrovie dello Stato: a presentarla il ministro Danilo Toninelli (Movimento 5 Stelle): «Avrà efficacia - ha affermato - se Rogoredo diventerà una stazione sicura. Fintanto che non lo sarà, e non lo è ancora, è un problema di sicurezza e un problema sociale che va affrontato».

Video | Donna fa un regalo a Salvini «in nome della Madonna»

Tra le altre novità, la Sala Freccia e la biglietteria con apertura prolungata dalle 6 alle 21.30. La Sala Freccia, riservata ai titolari di CartaFreccia, aumenta i suoi posti a sedere da 13 a 25. E poi tre nuovi self service (quindi otto in tutto) e un parcheggio automobilistico rinnovato con 189 posti auto. E aumentano i defibrillatori, da due a cinque. Il potenziamento serve anche ad andare incontro al previsto aumento di passeggeri (circa 100 mila in più, si stima) durante i tre mesi di chiusura per lavori dell'aeroporto di Linate

Più sicuezza

Sul fronte della sicurezza, dal 3 giugno è operativo in stazione un ufficio della Polfer di 200 metri quadrati che si affaccia sul primo binario. Ed è presente un presidio di Protezione Aziendale, la struttura del gruppo Fs attiva su tutta la rete che monitora treni e stazioni e assiste i passeggeri in situazioni di difficoltà. Il sistema di videosorveglianza ha ora 17 telecamere di cui 8 in stazione e 9 nel parcheggio. Completa il tutto l'illuminazione a led di ultima generazione.

«Oggi - ha spiegato l'assessore regionale Stefano Bolognini della Lega - 'certifichiamo' il miglioramento della stazione, che è un punto di accesso importante per i turisti, per i lavoratori, per i milanesi. Migliora il livello di sicurezza con il potenziamento della Polfer e degli addetti alla security privata nell'area della stazione». 

Salvini: «Chi spaccia vada in galera per molto tempo»

E Matteo Salvini, ministro dell'Interno, commentando i dati sull'attività delle forze dell'ordine ha fatto sapere che nell'organico definitivo della questura di Milano ci saranno 400 uomini e donne in più: «Tra il 2018 e aprile 2020, quindi nell'arco del biennio, siamo a 200 uomini in più, questo solo per quanto riguarda la Polizia di Stato e conto che con i soldi messi a bilancio anche le altre forze dell'ordine possano avere identico incremento».

Video | Salvini e Toninelli: «Lotta alla droga»

Per quanto riguarda la droga, Salvini ha evocato una maggiore repressione: «Purtroppo quando c'è di mezzo lo spaccio di droga si parla di denuncia e non di arresto. Tradotto in parole povere per finire in galera da spacciatore oggi devi spacciarne proprio tanta». Per Salvini, invece, «chiunque spacci droga di qualunque genere e in qualsiasi quantità dovrebbe finire in galera, almeno per un buon periodo di tempo. Altrimenti la denuncia fine a se stessa non va da nessuna parte».

«Il potenziamento della stazione di Rogoredo e la riapertura, a giugno, del posto di Polizia Ferroviaria - salutata con favore da tutti – sono due elementi importanti per il rilancio del quartiere, ma ovviamente sono solo dei punti di partenza», ha dichiarato di rimando Silvia Roggiani, segretaria del Pd milanese: «Rogoredo, ogni giorno, vede ancora troppa droga venduta e troppi giovani spegnere lentamente le proprie vite. Questo quartiere non è un luogo né per passerelle né per fare retorica, i cittadini chiedono azioni concrete, investimenti seri e alleanze tra istituzioni, come è avvenuto stamattina».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cinque arresti in due mesi

Da quando è attivo, il 3 giugno 2019, fino alla fine del mese di luglio, i 19 poliziotti che fanno parte del nuovo ufficio della Polfer a Rogoredo hanno effettuato 341 servizi di vigilanza in stazione, 16 servizi di controllo straordinario, elevando 98 sanzioni amministrative, identificando 1.382 persone, rintracciando 306 stranieri in posizione irregolare; inoltre gli agenti hanno arrestato cinque persone e denunciate 93. Lo rende noto la Polizia di Stato.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lockdown a Milano? Lunedì si decide il futuro della Lombardia. Ecco la situazione

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Bollettino coronavirus: 5mila contagi in Lombardia, boom di ricoveri. Ecco la situazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento