Campagne lombarde invase dalle nutrie, oltre 40mila solo a Milano. La Regione: "Danni enormi, grave problema"

Il roditore non ha nemici naturali e prolifera. Il Pirellone: "Il Governo ci aiuti, è un problema serio"

"Condivido le difficoltà di amministratori locali, agricoltori e consorzi: la nutria continua a fare danni enormi in pianura padana. Le campagne delle province di Cremona, Brescia, Mantova, Lodi e Pavia sono invase da questo roditore che, quando va bene, riusciamo solo a contenere. Le forze messe in campo da Regione, Province, Comuni e volontari non bastano più. Servono un piano e dei fondi nazionali. È ora che il governo si dia una mossa. Ora il problema non è più rinviabile".

Lo ha detto nelle scorse ore Fabio Rolfi, assessore ad Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi della Regione Lombardia. Nuova richiesta ai ministeri agricoltura e sanità. "Scriverò, nuovamente, ai ministri competenti, Agricoltura e Sanità - ha aggiunto - per chiedere di istituire un fondo specifico volto a sostenere i piani di contenimento regionali e le attività di sperimentazione e ricerca. Il tutto non può essere sulle spalle degli enti locali e dei volontari. Il problema è fuori controllo e solo in Lombardia servono almeno 2 milioni di euro per condurre un'azione efficace".

Nel Milanese si stimano oltre 40mila nutrie

Il dilagare di questo animale è un tema nazionale. Importato per la pelliccia poichè si pensava un suo sfruttamento commerciale (è detto anche "castoro d'acqua") in Italia, negli ultimi 30 anni ha trovato un rapido sviluppo: ostico per i predatori di piccola taglia, non ha, de facto, nemici naturali. 

 "Come Regione - ha proseguito l'assessore - abbiamo fatto accordi provinciali, sostenuto i Comuni e i volontari, promosso il coinvolgimento attivo degli Enti parco, in modo tale che l'attività di contenimento della nutria non si fermi ai confini delle aree protette. Vogliamo rendere efficaci le operazioni su tutto il territorio. Ma il dilagare della nutria è un tema nazionale che merita una strategia nazionale".

"Se questo problema fosse in Puglia forse questa attenzione si sarebbe già avuta". I dati lombardi provincia per provincia Si stima la presenza di circa 700 mila nutrie in Lombardia (dati 2018). In provincia di Bergamo 22.013, in provincia di Milano 43.259, a Lodi 104.276, Pavia 110.845, Cremona 120.172, Brescia 139.324, Mantova 168.132. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento