Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità

Qualcosa si muove sul fronte monopattini elettrici: casco obbligatorio e non solo

L'assessore regionale De Corato interverrà giovedì 14 ottobre, in quinta Commissione del Consiglio regionale (territorio e infrastrutture) sulla proposta di modifica della legge sui monopattini

L'assessore regionale alla Sicurezza, immigrazione e polizia locale, Riccardo De Corato, interverrà giovedì 14 ottobre, in quinta Commissione del Consiglio regionale (territorio e infrastrutture), sulla proposta di modifica della legge sui monopattini. Proposta che prevede obbligo del casco, assicurazione per danni a terzi e possibilità di guida solo per i maggiorenni. 

A inizio mese lo stesso assessore aveva illustrato alla Commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale il provvedimento che prevede la modifica della legge sui monopattini già approvata dalla Giunta regionale lo scorso mese di settembre. Si tratta di una proposta di legge al Parlamento che prevede l'obbligo del casco, l'assicurazione per danni a terzi e possibilità di guida solo per i maggiorenni.

Il casco e la sicurezza sui monopattini

"Si tratta di un atto non più differibile - ha commentato l'assessore - nonostante il Parlamento abbia colmato alcune delle lacune presenti nel passato, ne restano altre". Solo a Milano città dal 1° giugno 2020 a oggi Areu ha ricevuto 835 richieste di soccorso (82 con ambulanza) per incidenti con questi mezzi.

Le proposte di modifica dei commi 75-ter e 75-quater della legge 160/2019, contenute nella proposta di provvedimento illustrata oggi dall'assessore sono: "obbligo assicurativo generalizzato per la messa in circolazione dei monopattini elettrici (in base al vigente comma 75-septies, l'obbligo assicurativo è oggi previsto solo per il servizio di noleggio), utilizzo del mezzo consentito solo ai maggiorenni (oggi invece dai 14 anni), obbligo del casco per tutti (oggi limitato ai minori di anni 18).

Dopo il passaggio nelle Commissioni consiliari (è atteso anche il parere della Commissione Trasporti e infrastrutture) e l'approvazione in Consiglio regionale, la proposta sarà trasmessa al Parlamento. "L'obiettivo - ha concluso l'assessore - è quello di regolamentare il settore a livello nazionale, partendo da una proposta della Giunta lombarda". 

Le ordinanze dei sindaci contro i monopattini

Nel frattempo diversi comuni del Milanese si sono mossi con misure ad hoc per contenere incidenti e gravità degli stessi. Rozzano, Bareggio e Sesto San Giovanni per esempio.

A Rozzano si è deciso di emanare un'ordinanza firmata dal sindaco Gianni Ferretti per regolamentare, in maniera più stringente, l'utilizzo dei monopattini elettrici sul territorio comunale. Il primo cittadino, con il suo provvedimento, ha spiegato il comune in una nota, ha disposto "l’obbligo di indossare il casco protettivo, già obbligatorio per i minori di 18 anni, anche ai conducenti di maggiore età alla guida di monopattini elettrici" e ha stabilito "inoltre il limite di velocità di 20km/h su careggiata e piste ciclabili e di 5 km/h nelle aree pedonali".

Le nuove regole sono più "dure" rispetto alla legge 28 febbraio 2020, n°8, che disciplina l'utilizzo dei monopattini elettrici in tutta Italia e dispone limiti a 25 e 6 chilometri orari, oltre che un'età minima di 14 anni per l'utilizzo dei mezzi e l'obbligo di indossare il casco per i minorenni. 

Rozzano, Sesto e Bareggio

Le stesse misure erano già state prese dai comuni di Bareggio e di Sesto San Giovanni, teatro - lo scorso agosto - di un drammatico incidente costato la vita a un ragazzino di 13 anni, morto proprio dopo essere caduto dal monopattino elettrico di un amico. 

"L’uso dei monopattini elettrici va governato per garantire piena sicurezza a pedoni, ciclisti, automobilisti e tutti i soggetti coinvolti negli spostamenti su strada - ha sottolineato il sindaco di Rozzano, Gianni Ferretti - Il monopattino non è un gioco, ma un veicolo che al pari di un'auto o una bici, deve essere guidato con prudenza e nel rispetto del codice della strada". Spetterà alla polizia locale controllare che le nuove regole vengano rispettate e, nel caso, punire i trasgressori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualcosa si muove sul fronte monopattini elettrici: casco obbligatorio e non solo

MilanoToday è in caricamento