Oggi Lombardia in zona arancione. Divieti e visite ad amici e parenti: cosa si può fare

Domenica in zona arancione per la Lombardia e tutta Italia. Tutti i divieti per oggi

Altra giornata di divieti e restrizioni. Anche domenica 10 gennaio, come già accaduto sabato, la Lombardia e il resto d'Italia saranno in zona arancione per effetto del decreto legge approvato il 5 gennaio scorso dal consiglio dei ministri con le "ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da covid 19" che regola divieti e restrizioni per il periodo dal 7 al 15 gennaio. 

Il governo ha infatti deciso che il weekend - dopo i due giorni di zona gialla, il 7 e l'8 gennaio - dovesse essere caratterizzato da maggiori chiusure e "blocchi". 

Visite ad amici e gli altri divieti di oggi

Nella giornata di domenica 10 gennaio, i lombardi potranno muoversi soltanto all'interno del proprio comune di residenza. Alle 22 scatterà il solito coprifuoco, ma fino a quell'ora non ci sarà bisogno dell'autocertificazione in caso di controllo - sempre restando dentro i confini comunali -, anche se resta la solita raccomandazione di evitare gli "spostamenti non necessari". 

Vietati gli spostamenti verso altri comuni anche per fare visita a parenti o amici, concessi invece nel periodo di Natale. Il governo, nelle Faq pubblicate sul proprio sito, ha infatti specificato questo punto, chiarendo che "gli spostamenti verso altri comuni saranno consentiti soltanto per motivi di lavoro, saluto o necessità, quindi non per fare visita a parenti o amici".

Per uscire dal comune - soltanto per uno dei tre motivi previsti - servirà l'autocertificazione. Salva la deroga per i residenti nei comuni con meno di 5mila abitanti: potranno superare i confini del proprio paese e spostarsi verso comuni entro una distanza di 30 chilometri, ma senza raggiungere i capoluoghi di provincia. 

Foto - Il chiarimento del governo

faq visite parenti 10 gennaio zona arancione-2

Bar e ristoranti chiusi oggi

Anche domenica 10 gennaio, bar, ristoranti e pasticcerie resteranno chiusi al pubblico. Saranno possibili soltanto i servizi di asporto, fino alle 22, e la consegna a domicilio, senza nessun limite di orario. 

I negozi saranno aperti - con i classici obblighi del distanziamento, della mascherina e della misurazione della temperatura - e potranno lavorare fino alle 21. I centri commerciali sono chiusi, tranne che per alcune "categorie merceologiche". 

Sarà possibile fare attività sportiva all'aperto e in solitudine, ma senza uscire dai confini comunali. 

Divieto di spostarsi tra le regioni

In vigore anche per il domenica 10 gennaio il divieto di spostamento tra le regioni, con i confini che restano chiusi. 

Si potrà uscire dalla propria regione soltanto per uno dei tre motivi soliti, che dovranno essere motivati con l'autodichiarazione in caso di controllo delle forze dell'ordine in stazioni, aeroporti e strade. È comunque sempre consentito - ha specificato il governo - il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma.

Da lunedì 11 gennaio, poi, ogni regione d'Italia tornerà a rispettare i divieti in base alla propria fascia di rischia. La Lombardia, che nell'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità aveva un indice Rt di 1.27, continuerà ad essere in zona arancione anche se, stando a quanto lasciato filtrare dal governatore Attilio Fontana, la zona rossa è nuovamente, e pericolosamente, vicina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

Torna su
MilanoToday è in caricamento