menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, il comitato organizzatore dei Giochi Olimpici trasloca nella torre Allianz

Il gruppo assicurativo-finanziario ospiterà le scrivanie degli organizzatori dei giochi olimpici

Trasloca la fondazione Milano-Cortina 2026: dal primo dicembre il comitato organizzatore dei Giochi Olimpici e Paralimpici invernali lascerà il Pirellone (sua attuale sede) e si trasferirà nei piani alti della Torre Allianz, dove sarà ospitata dal gruppo assicurativo-finanziario. Il fatto è stato reso noto dalla fondazione attraverso una nota. 

Un trasferimento deciso di comune accordo anche perché il colosso tedesco sarà uno dei main sponsor del movimento olimpico e paralimpico dal 2021 al 2028. "I Giochi di Milano Cortina 2026 saranno interamente finanziati con risorse private e pienamente sostenibili sul piano economico, ambientale e sociale: una sfida così alta non poteva trovare una casa migliore — ha dichiarato Vincenzo Novari, amministratore delegato della Fondazione —. La disponibilità e l'attenzione di un gruppo così importante come Allianz dimostra che il progetto di Milano Cortina 2026, in un momento così difficile, è un'occasione imperdibile per il nostro Paese, proprio perché ha le potenzialità per parlare al mondo".

"Siamo lieti di poter ospitare nella Torre Allianz a Milano gli uffici della Fondazione Milano Cortina 2026", ha dichiarato Giacomo Campora, amministratore delegato di Allianz.

La torre Isozaki: la casa di Allianz

La torre si trova nel quartiere Citylife; l'opera iconica, progettata dall'archistar giapponese Arata Isozaki insieme ad Andrea Maffei, svetta con i suoi 207 metri di acciaio e cristallo sullo skyline della città ed è il più alto edificio d'Italia per numero di piani, 50. La torre, costruita dal 2012 al 2015, è diventata ufficialmente operativa nel 2018 quando il colosso tedesco ha trasferito il suo quartier generale italiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento