menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pecore (foto Fb/facebook.com/anellodiresalomone)

Pecore (foto Fb/facebook.com/anellodiresalomone)

Rubate pecore della fattoria didattica. L'appello dei bambini: "Ridatecele, noi le amiamo"

Il furto è avvenuto nel centro recupero di animali disabili 'L'anello di re Salomone'

"Il nostro cuore è in mille pezzi, ma speriamo ancora in un miracolo: che ci vengano restituite. Sarebbe un gesto di vera umanità da parte di chi ce le ha portate via". Questo l'accorato appello che bambini e adulti hanno lanciato dopo che tre pecore - Camilla, Cesare e Tascia - sono state rubate dalla fattoria didattica e centro recupero di animali disabili l'Anello di Re Salomone, in zona Figino, nord ovest di Milano.

I tre animali, amatissimi dai più piccoli (che ora le piangono) e non solo, sono stati sottratti dalla struttura nei giorni scorsi. Le immagini del furto sono state registrate da una videocamera ed è già scattata una denuncia. Ora a condividere la richiesta di avere loro notizie è anche l'Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) di Milano, che invita tutti i cittadini che avessero qualche informazione a contattare L’Anello di Re Salomone al 3385415763, o scrivendo a info@lanellodiresalomone.net.

"Tre persone si sono introdotte in fattoria e ci hanno portato via le nostre tre adorate pecore -racconta Erik Franchi, veterinario che ha fondato il centro nel 2016 -. Si tratta di tre dolcissimi animali che hanno  regalato emozioni uniche a tutti i bambini che le hanno conosciute, e anche agli adulti. Pensiamo che siano state uccise e macellate per finire nel piatto dei ladri". La speranza però è ancora che i responsabili del furto si pentano e restituiscano i tre animali.

"L'Anello di Re Salomone desidera ringraziare Marco Bestetti presidente municipio 7, Antonio Salinari assessore municipio 7, gli amici Enrico Grava, Franco Nepi e Franco Umberto Longo per esserci venuti a trovare e per averci manifestato il loro sostegno in questo periodo così difficile per noi e per i nostri animali, ancora scossi dopo l'accaduto - si legge sulla pagina della fattoria didattica, che è anche centro di educazione per il rispetto degli animali e dell'ambiente riconosciuto in Lombardia -. Cerchiamo di guardare avanti e di non perderci d'animo. Le indagini faranno il loro corso e rinnoviamo la nostra fiducia nelle istituzioni. Grazie ancora".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento